Ferpi > News > Ferpi premia: il miglior evento dell’anno

Ferpi premia: il miglior evento dell’anno

08/11/2012

Un riconoscimento per i giovani, protagonisti della comunicazione, di quelli che sono stati ritenuti gli eventi più importanti del 2012. Denominatore comune la città di Milano. Appuntamento mercoledì 28 novembre al Museo della Scienza e della Tecnologia "Leonardo da Vinci" per la consegna dei riconoscimenti.

In un momento di particolare crisi e incertezza dell’economia, del settore e di particolare difficoltà per i giovani talenti, futuri professionisti dell’oggi e del prossimo domani, in collaborazione con la Delegazione Ferpi Lombardia e il Museo Nazionale della Scienza e della Tecnologia “Leonardo da Vinci”, Ferpi ha deciso di dare un segnale forte al presente selezionando i tre principali eventi che si sono svolti nella città di Milano nel 2012 e che si sono distinti per l’impegno e la professionalità portata egregiamente avanti da team di giovani.
Entusiasti, preparati, determinati, con la loro competenza e passione hanno raccolto la sfida affidata loro raggiungendo in pieno gli obbiettivi delle loro organizzazioni e sono stati attori e protagonisti di un fenomeno che per l’occhio attento di Ferpi è andato ben oltre.
Non saranno i contenuti ad essere celebrati, già di per sé coronati dal successo del loro svolgimento, ma i team stessi che con la loro diversità e le loro strategie hanno conquistato una città e comunità professionali trascinandosi dietro il sistema paese. In un’ottica di Expo, in una implicita e forse non del tutto conscia prova generale del coinvolgimento dei vari assets economici e produttivi locali, per una sera non sarà l’evento ad essere protagonista ma i loro staff per raccontarsi, raccontare chi sono e cosa fanno, la loro esperienza, la loro sfida, la loro delusione, i loro problemi, il loro successo, il loro futuro, le loro aspettative.
Uno storytelling dell’evento in sé, una matrioska perfetta, un incastro ed un cesello non sempre scontato e noto ai più. Perché allora non parlarne? Perché non farlo raccontare dagli stessi protagonisti? Perché non chiamarli tutti su un palco, vedere la loro fisicità concreta a cosa ha portato?
Nella scenografica location della Sala Biancamano del Museo Nazionale della Scienza e Tecnologia “Leonardo da Vinci”, (via Olona, 10), che ha sposato questa visione di Ferpi e la volontà di farsi parte attiva in questo messaggio, mercoledì 28 novembre a partire dalle ore 18.30, verranno insigniti con una targa di riconoscimento per il miglior evento dell’anno quale esempio per una comunità di professionisti come e quanto i giovani debbano essere coinvolti, valorizzati e messi in condizioni di poter dare il meglio di sé, per raggiungere il massimo del successo e del consenso in una irradiazione di relazioni tra i diversi stakeholder, in trasparenza, responsabilità e sostenibilità per la società.
Ritireranno i riconoscimenti, Don Davide Milani per il VII° Incontro Mondiale delle Famiglie, Beniamino Saibene per Milano Film Festival – ed. 2012, Francesca Colombo per MiTo Settembre Musica. Una menzione speciale sarà conferita a Mario Boselli di Camera della Moda.
Partendo dalla Lombardia, con questo incontro Ferpi vuole essere di esempio e sprone agli altri territori, organizzazioni, professionisti e istituzioni perché in una roadmap di testimonianze attraverso eventi significativi che possano fare da traino e testimoniare eccellenze e possibilità, insieme alle molteplici criticità e difficoltà che il periodo e il settore stanno realisticamente soffrendo.
Intessere relazioni, fare delle strategie, condurle, fare le giuste azioni, usare i corretti strumenti e governare il tutto perchè gli stakeholder selezionati vengano raggiunti, coinvolti, e i dialoghi, l’ascolto e la partecipazione attivino una viralità sociale positiva e attiva è la testimonianza che Ferpi vuole riconoscere a team fatti da giovani concreti e realistici.
Ferpi con le delegazioni territoriali porterà questo modello nelle altre regioni facendosi portavoce di un movimento di riconoscenza e coinvolgimento locale perché istituzioni, aziende, giovani e territorio attraverso la loro testimonianza si conoscano e imparino a fare rete e collaborare per una ripresa e lo sviluppo del nostro paese.

COMMENTI

Eventi