Ferpi > News > Ferpi protagonista al Festival Internazionale di Giornalismo

Ferpi protagonista al Festival Internazionale di Giornalismo

16/04/2010

L’evento, giunto alla quarta edizione, che chiama a raccolta a Perugia i più grandi nomi del giornalismo internazionale quest’anno prevede un workshop organizzato da Ferpi sul rapporto tra informazione e comunicazione.

Tutto pronto per la quarta edizione del Festival Internazionale del Giornalismo in programma a Perugia dal 21 al 25 aprile 2010.
L’evento quest’anno ha un sapore particolare perchè arriva in un momento storico cruciale per il mondo dell’informazione che si trova a dover fare i conti con lo scenario creato dalla rapida diffusione di social network e social media che rappresentano fonti alternative.
Anche Ferpi porterà un contributo al dibattito attraverso un workshop organizzato in collaborazione con i promotori del Festival in occasione dei 40 anni della Federazione.
L’incontro dal titolo Ferpi, 40 anni tra comunicazione e informazione sarà introdotto da Gianluca Comin, presidente Ferpi che condurrà con Giuliano Giubilei, vice direttore Tg3, Maria Laura Rodotà, Corriere della Sera e Renato Vichi, responsabile Media Relations Italy UniCredit Group, il panel di discussione.
Keynote speech, incontri-dibattito, tavole rotonde, interviste, presentazioni di libri, seminari, proiezioni di documentari, mostre, reading e serate teatrali al centro della manifestazione che ospita ogni anno giornalisti da tutto il mondo.
Un evento che sin dal primo anno ha registrato un enorme successo di pubblico, con una imponente partecipazione di giovani provenienti da tutta Italia, dall’Europa, dall’America e dall’Australia.
Cinque giornate, oltre 100 eventi e più di 300 giornalisti ed esperti che arriveranno a Perugia per discutere di giornalismo, di attualità e di problemi dell’informazione.
L’edizione 2010 ripeterà l’esperienza dei volontari, circa 200 studenti e appassionati di giornalismo tra i 15 e i 26 anni provenienti da diversi paesi tra i quali: Algeria, Arabia Saudita, Austria, Belgio, Bielorussia, Brasile, Bulgaria, Egitto, Finlandia, Francia, Georgia, Germania, Giordania, Grecia, Lettonia, Libano, Lituania, Olanda, Pakistan, Regno Unito, Romania, Russia, Senegal, Spagna, Stati Uniti, Ucraina, Uganda e Uzbekistan.
Una vera e propria community – nata e organizzata attraverso i social network, Twitter e Facebook su tutti – che si è consolidata e vive dentro e fuori la rete
indipendentemente dal festival.
Gli appuntamenti sono ad ingresso libero e si svolgono nei teatri e nelle antiche sale dei palazzi storici del centro medievale di Perugia: il teatro storico della città Teatro Morlacchi, la Sala dei Notari di Palazzo dei Priori, il settecentesco Teatro Pavone, la Sala Ex Borsa Merci, la trecentesca Rocca Paolina.
Molti appuntamenti saranno in live streaming e si potranno scaricare i video degli eventi gratuitamente dalla webtv del festival. Nata nel 2009, la webtv ha registrato i numeri di un grande successo: 10.000 contatti e 20.000 video scaricati al giorno. Sul canale webtv si può seguire il festival in diretta, vedere le interviste agli ospiti, i servizi backstage e le divertenti incursioni dei volontari aspiranti giornalisti sul canale Interferenze.
Quest’anno oltre alla webtv sarà attiva la web radio del Festival grazie a ResetRadio, la prima web radio italiana di musica Creative Commons.
L’hashtag ufficiale del festival per seguire gli eventi sui social network è #ijf10.
Tra i keynote speech dell’evento si segnalano: Luca De Biase, responsabile Nòva24 de Il Sole 24 Ore, Javier Moreno, direttore del quotidiano spagnolo El Pais e Paul Steiger, fondatore e direttore ProPublica, vincitrice del primo premio Pulitzer ad una testata on line.
Clicca qui per scaricare il programma completo.
Clicca qui per scaricare l’invito.
Clicca qui per scaricare il comunicato relativo all’incontro Ferpi.

COMMENTI

Eventi