Ferpi > News > Ferpincontra a Bologna. Economia relazionale applicata e ratio operandi

Ferpincontra a Bologna. Economia relazionale applicata e ratio operandi

20/12/2007
Lo scorso 7 dicembre i soci di Bologna si sono incontrati per la periodica riunione di informazione e aggiornamento e, visto il periodo, anche per un brindisi natalizio. Il tema dell'incontro era l'Economia Relazionale Applicata e Ratio Operandi, area formativa per la cultura d'impresa dello Studio Filosofico Domenicano di Bologna. I due argomenti sono infatti strettamente collegati.
Gli ospiti erano Nicoletta d'Alesio, imprenditrice e autrice del Metodo DNA (un metodo scientifico innovativo di formazione sviluppato e collaudato dopo un'esperienza di anni di attività da dirigente e imprenditrice) e di E.R.A. (Economia Relazionale Applicata) e padre Giovanni Bertuzzi, preside dello Studio Filosofico Domenicano di Bologna che produce cultura sia nel ruolo di  università (è infatti affiliato alla facoltà di filosofia della Pontificia Università di San Tommaso d'Aquino e abilitato al conferimento del Baccellierato in filosofia) ) sia come luogo di proposte e spunti di ricerca, riflessione e approfondimento.
Che cos'è ERA. Il concetto di economia è sempre stato legato a quello di razionalità. Tuttavia, dalle origini, lo sviluppo economico è stato possibile solo grazie al primato della relazione. Con questa consapevolezza si forma la nozione di Economia Relazionale, che mette in risalto due aspetti della nostra natura. Se l'uomo non fosse razionale e al tempo stesso socievole, mancherebbero i presupposti del processo economico.  Qualificandosi come Applicata, l'Economia Relazionale non intende distinguersi dalla teoria, ma anzi si pone l'obiettivo di renderla attiva. Il principio e il fine dell'Economia Relazionale sono la conoscenza. O per essere più precisi, la voglia di conoscere e di fare conoscere. Il concetto di "applicazione" per d'Alesio non riguarda il sapere, ma il volere: meglio ancora, il decidere di fare. Ecco perché non esiste l'uomo economico, ma tutte le persone sono economiche nel momento in cui decidono di mettere la propria conoscenza, le proprie competenze in azione, ovvero in relazione e condivisione, in un'opera svolta assieme agli altri.
Lo scambio (di informazioni, di conoscenze, di beni) è quindi considerato come il  primo passo di ogni azione. E proprio dallo scambio tra il preside dello Studio Filosofico ("la  componente conoscitiva") e Nicoletta d'Alesio con Didam Network ("la componente  pratica, applicativa del mondo del lavoro e dell'impresa") è nata l'idea di realizzare Ratio Operandi, area formativa per la cultura d'impresa, creata nell'autunno del 2005. I corsi si distinguono per la loro struttura non convenzionale, che abbina conoscenze portate da docenti di provenienza eterogenea: da un lato l'agire economico, dall'altro la filosofia, l'antropologia, la logica e la morale.
Nei corsi Ratio Operandi si parla di persona, di economia e lavoro in ottica personale, relazionale ed economica. Nell'incontro Padre Bertuzzi e Nicoletta d'Alesio hanno sottolineato l'importanza di considerare chi lavora come "attore e non come agito, come soggetto della produzione e non come strumento di questa". Il dovere di chi lavora è quello di competere, recuperando il significato originario di questa parola (dal latino: cum-petere, dirigersi assieme verso lo stesso scopo). Lo scopo del lavoro è dunque quello di operare verso la costruzione di un bene comune, di un bene condiviso. Un tale approccio porta ad un miglioramento che non è solo individuale, della professionalità del singolo o dell'azienda, ma che si può riflettere sull'intera società.
E prima di ogni cosa viene quindi il mettersi in relazione con l'altro, con l'esterno. Mettersi in relazione. Ripensare il lavoro economico partendo dalla persona è  infatti il tema del prossimo percorso Ratio Operandi che si terrà dal 18 gennaio allo Studio Filosofico Domenicano di Bologna. (programma).Silvia Cuttin, socia FERPI di Bologna----------------------------------------------------------------------------------------------------------METTITI IN RELAZIONERipensare il lavoro economico partendo dalla persona
Ciclo di tre seminari proposto da Ratio Operandi, area formativa per la cultura d'impresa dello Studio Filosofico Domenicano.
Le date:
LA PERSONA, in ottica relazionale 18 gennaio (dalle ore 16.00 alle 19.50) e 19 gennaio (dalle ore 9.00 alle 12.50)
L'ECONOMIA, in ottica personale, relazionale29 febbraio (dalle ore 16.00 alle 19.50) e 1 marzo (dalle ore 9.00 alle 12.50)
IL LAVORO, in ottica personale, relazionale, economica4 aprile (dalle ore 16.00 alle 19.50) e 5 aprile (dalle ore 9.00 alle 12.50)
 
Sconto speciale del 15% agli iscritti FERPI
 
Per informazioni: www.studiofilosofico.it – www.nuovaera.eutel. 051 238164 -  sdf@nuovaera.euSede dei seminari: Studio Filosofico Domenicano - Piazza San Domenico, 13 - Bologna

COMMENTI

Eventi