Ferpi > News > Fondi etici: i tuoi soldi sono veramente dove è il tuo cuore?

Fondi etici: i tuoi soldi sono veramente dove è il tuo cuore?

12/10/2004
Esce uno studio il cui titolo, tradotto in italiano, suona più o meno così: "Investire secondo criteri socialmente responsabili: come l'industria del settore ha fallito nel dare risposte appropriate alla gente che vuole investire con coscienza e cosa si può fare per cambiare". Il report, consultabile al sito di Natural Capital Institute, fa le pulci ai fondi di investimento etici, accusandoli di trascurare informazioni essenziali nella scelta delle aziende in cui investire.Il sito Dragonfly Media denuncia i risultati di questo inquietante report e dall'articolo dal titolo eloquente: "Il tuo denaro è veramente dove è il tuo cuore?", emerge chiaramente che i criteri di distinzione tra aziende responsabili e non sono approssimativi e talvolta fondi "normali" ed etici si ritrovano a investire nelle stesse aziende.Troppo spesso i fondi etici si rivelano distratti, tanto da mettere soldi in aziende che trascurano i più elementari principi di rispetto ambientale, sociali, eccLa definizione "investimento socialmente responsabile" è vaga e si presta a equivoci. Del resto, secondo la ricerca del Natural Capital Institute, sono ben 19 i fondi etici che sponsorizzano Monsanto, 40 quelli che investono in ExxonMobil, 33 in Wal Mart, tutte aziende che nella percezione comune non sono così attente ai parametri socialmente responsabili.Altro dato inquietante è la percentuale altissima di aziende incluse nel portafoglio di questi fondi, più precisamente il 90% della classifica delle 500 aziende stilata annualmente da Fortune.Le intenzioni talvolta (o forse anche spesso) sono buone, ma mancano regole precise e criteri oggettivi di demarcazione tra etico e non etico. O poco etico.
Emanuela Di Pasqua -Totem

COMMENTI

Eventi