Ferpi > News > Gli scenari futuri dopo la crisi

Gli scenari futuri dopo la crisi

12/11/2008

Riprende la collaborazione con The Magazine Post che questa settimana ci propone l’intervista a Lorenzo Bini Smaghi, Membro del Comitato esecutivo della BCE nonché tra i massimi esperti della moneta unica europea. Con lui si è discusso dell’attuale crisi internazionale.

Quali tendenze potranno interessare il mercato finanziario internazionale nell’immediato futuro e quali le cause che hanno portato alla crisi attuale. Di questo si è discusso con Lorenzo Bini Smaghi, Membro del Comitato esecutivo della Banca Centrale Europea e autore di diverse pubblicazioni in materia, tra cui il suo ultimo libro che esce in questi giorni Il paradosso dell’Euro.


L’economista suppone che l’attuale crisi avrà sicuramente delle implicazioni sul modello europeo di governance della moneta. I cambiamenti potranno interessare una vigilanza europea più coordinata soprattutto sulle grandi banche che operano su più Paesi, e potrà essere promotrice verso quei Paesi che stanno “soffrendo” al di fuori dell’euro, di un acceleramento del loro processo di convergenza verso la moneta unica.


Secondo Bini Smaghi è inoltre importante avere delle regole precise per assicurare la stabilità dei mercati, e occorre ritornare ad un mondo in cui tutti sono sottoposti a regole eque – senza eccesso – ma con una regolamentazione che assicuri una gestione del rischio più adeguata di quanto è avvenuto in questi anni.


Ritiene, inoltre, che dal punto di vista etico sia difficile avere un confronto tra Paesi – anche se l’Europa si distingue dagli Stati Uniti nel modo di intendere la finanza per la maggiore trasparenza della regolamentazione delle banche – ma che i comportamenti devono essere portati in un quadro di razionalità e prudenza per non mettere a repentaglio la stabilità del sistema.


“La crisi ci aiuterà sicuramente a riflettere su certi comportamenti e sulle disuguaglianza che si sono create” – ha poi concluso nell’invervista Bini Smaghi. “La tensione che si è venuta a creare nella nostra società dovrà trovare una soluzione più equilibrata e per il futuro chi opera nella finanza dovrà anche capire che ha una responsabilità civile e sociale, volta ad evitare certi eccessi”.


Ascolta l’intervista su www.themagazinepost.tv



The Magazine Post conosciuto con l’acronimo TMP è un progetto editoriale di altissimo spessore contenutistico che rende possibile ascoltare direttamente la voce dei Leader attraverso il web. Le interviste proposte a personaggi di spicco del mondo economico, politico, uomini di aziende, manager ed autori di libri rappresentano un innovativo modo di Informare, Approfondire, Sapere.

COMMENTI

Eventi