Ferpi > News > I rapporti tra blogger e relatori pubblici

I rapporti tra blogger e relatori pubblici

08/07/2009

Un'agenzia statunitense ha effettuato un’indagine tra 449 blogger di 21 nazioni sulle loro abitudini di blogging e sui metodi di interazione auspicati con i professionisti di Rp. Mentre la maggior parte dei blogger gradisce i contatti degli operatori di Rp, questi ultimi non dovrebbero trattare i blogger come giornalisti ma, piuttosto, come influenzatori.

In quello che si ritiene essere il primo studio globale sul tema, l’agenzia americana Text 100 ha esaminato le preferenze di comunicazione/Rp di blogger, dislocati in tutto il mondo, che si occupano soprattutto di tecnologia, business e lifestyle.


L’indagine indica una diffusa tendenza al blogging nella maggior parte dei mercati, con molti blogger che riferiscono di contatti in aumento da parte dei professionisti di Rp o comunicatori d’impresa. La ricerca evidenzia, inoltre, che alcune delle pratiche peggiori delle relazioni con i media sono state esportate nei rapporti professionali con i blogger, a livello mondiale. Il sondaggio indica, anche, che c’è una significativa opportunità per incrementare e cementare i rapporti con questa comunità sempre più influente.


Il contatto con i professionisti di Rp


• più del 90% dei 449 blogger intervistati gradisce essere contattato dai professionisti di Rp;
• la maggior parte ha registrato un elevato livello di contatti regolari da parte dei professionisti di Rp, con oltre il 96% dei blogger negli Stati Uniti ad essere contattato una volta alla settimana o più (rispetto al 36% in Asia e Pacifico e il 65% in Europa);
• l’e-mail è la forma di contatto preferita e non importa in quale parte del globo il blogger risieda. SMS e messaggi istantanei, universalmente, sono le forme meno preferite;
• circa la metà di tutti i blogger in Europa e in APAC ha indicato che preferiscono i contatti sui loro blog. Circa l’88% dei blogger in APAC preferisce una presentazione prima di ricevere informazioni da professionisti di Rp e aziende, e molti di questi blogger preferiscono, inoltre, un incontro faccia a faccia;
• i blogger sono uniti nel desiderio comune di ricevere contenuti distintiv.io, in particolare sugli sviluppi di nuovi prodotte e recensioni, commenti sui contenuti pubblicati sul loro blog e interviste con personaggi chiave.


I contenuti dai professionisti di Rp


• le fotografie sono la forma di contenuti forniti più di frequente, seguita da grafici, immagini e video in streaming;
• quasi i due terzi dei blogger in APAC ed Europa intende utilizzare, nei prossimi 12 mesi, più elementi tratti dai Social Media Releases.


Abitudini dei blogger


• i blogger degli Stati Uniti sono quelli che spendono la maggior parte del tempo a bloggare. Con il 63% trascorrono nove o più ore a settimana, mentre in Europa e in APAC il tempo trascorso è inferiore (36% e 44%);
• il microblogging è utilizzato da oltre il 75% di tutti i blogger intervistati e quelli in APAC ed Europa ritengono di bloggare più spesso a causa del microblogging.


Cattive abitudini dei professionisti di Rp


• gli operatori di Rp continuano ad inviare alla cieca comunicati stampa aziendali ai blogger;
• i professionisti di Rp non riescono a leggere i blog e a capire veramente il target delle comunità di blogger;
• sembrano aspettarsi che i blogger pubblichino materiale aziendale, dimostrando una mancanza di comprensione del mezzo e il vero motivo per cui i blogger bloggano;
• trattano i blogger come se fossero giornalisti, non come influenzatori che, invece, sarebbe più appropriato.


L’agenzia che ha condotto l’indagine ha analizzato i risultati e propone cinque spunti operativi per i professionisti della comunicazione e delle Rp:


1. Le imprese stanno riconoscendo sempre più l’influenza dei blogger, l’aumento dei punti di contatto con la tendenza al blogging come canale di comunicazione e il riconoscimento da parte delle aziende del fatto che i blogger hanno una influenza crescente sul loro pubblico desiderato.
2. I comunicati stampa sono “finiti”. I blogger affermano che i Social Media Releases godranno di un maggior uilizzo nei prossimi mesi.
3. I feed RSS sono una fonte di informazioni per i blogger, seconda solo ad altri blogger. Se le imprese non rendono disponibili le loro informazioni tramite feed RSS, non colgono l’opportunità di usare uno dei canali di fiducia per i blogger. Blogger aziendali e siti web sono anche considerati fonti più credibili del microblogging di giornali, di siti di social bookmarking, della televisione e delle riviste.
4. La maggior parte dei blogger è ancora part-time, modificate le vostre strategie di conseguenza. Al di fuori degli Stati Uniti, la maggior parte dei blogger intervistati blogga meno di nove ore a settimana.
5. La maggior parte dei blogger riconoscerà quando un post è supportato da una società. Oltre l’80% dei blogger, senza distinzione di provenienza, dicono di riconoscere la sponsorizzazione di un post sul blog.


Jeremy Woolf, Direttore Global Media dell’agenzia che ha condotto l’indagine ha affermato: “Si spera che attraverso questa indagine si possano dissipare i miti che sono nati ed, anche, aiutare i professionisti di Rp a lavorare meglio con i blogger negli interessi dei loro clienti. Comprendendo che ogni blogger è unico ed è un buon punto per iniziare. Per costruire così una vera e propria relazione e sviluppare un programma comune. Con una piattaforma di fiducia – e un impegno a svolgere un ruolo attivo nella comunità – i blog possono diventare una parte di successo nel programma di comunicazione di ogni azienda.”


tratto da BizCommunity.com


(dg)

COMMENTI

Eventi