Ferpi > News > I social media rappresentano un nuovo strumento per le Rp

I social media rappresentano un nuovo strumento per le Rp

19/03/2008

Lo sostiene Toni Muzi Falconi nell'intervista che gli ha fatto Laura Latini a margine della sua partecipazione come relatore all'ultima edizione di Euroblog.

Laura Latini
D. A che punto siamo in Italia con i social media? Che utilizzo ne fanno i relatori pubblici?
R. La ricerca fatta con Chiara Valentini da Ferpi in collaborazione con la FNSI traccia il tema dell'influenza dei social media sulle pratiche professionali ed evidenzia come entrambi i gruppi siano d'accordo con il fatto che i social media abbiano aumentato le fonti di informazione e dunque cambiato il modo di fare informazione, anche se questa opinione è maggiormente sentita dal gruppo dei relatori pubblici. Per entrambi stanno diventando particolarmente importanti tuttavia il livello di consapevolezza che c'è nel resto del mondo è di gran lunga maggiore. E' necessario rendere i Relatori pubblici italiani più attenti.
D. Crede che siano un nuovo tool di vendita per chi fa Relazioni pubbliche?
R. Assolutamente sì, del resto è così per chi fa pubblicità o marketing e non potrebbe essere altrimenti. Sta crescendo enormemente l'industria dei social media e cerca di svilupparsi ulteriormente. La vera questione è come vengono e verranno utilizzati. La questione etica ritorna così come negli altri media ma non deve essere un elemento inibitorio.
D. Euroblog2008 è stato sicuramente un successo, individua dei punti critici?
R. Direi che ci parliamo troppo  addosso, delle volte i social media vengono considerati come una moda o una minaccia, bisogna uscire fuori da queste valutazioni sono una grande opportunità. Nella nostra professione il contesto cambia e dobbiamo cambiare con la stessa velocità il modo con cui la facciamo. Dobbiamo avere la capacità d'anticipare nuovi trends e la questione tempo diviene sempre più nevralgica.

COMMENTI

Eventi