Ferpi > News > I talenti di Redmond

I talenti di Redmond

22/05/2006

Tutte le mosse di Microsoft per trattenere i propri talenti e rivaleggiare con Google alla ricerca dei migliori cervelli.

Saper conservare e curare le migliori professionalità all'interno dell'azienda è una priorità assoluta. In questo articolo si racconta cosa fa l'azienda di Gates per gestire i propri talenti, coccolandoli e curandoli, in diretta concorrenza con la strategia di Google. Secondo Fortune, Microsoft è la migliore azienda per cui lavorare a Washington: servizio lavanderia, campus sempre più spaziosi, azioni, benefit di tutti i tipi. Sono lontani i tempi di "Microservi", in cui Douglas Coupland descriveva un clima lesivo dei diritti più elementari. Ormai a Redmond si sta bene, anche se la questione dei sindacati e del lavoro hi-tech è sempre attuale e mai risolta e alla fine la tutela del lavoro tra i dipendenti del settore hi-tech non è mai stata affrontata fino in fondo.
Ciò nonostante le aziende, un po' dovunque, si rendono conto che saper attrarre e conservare talenti è una priorità assoluta. Il motore di ricerca di Mountain View è tra i più solerti nella politica dei benefit e Microsoft si trova a concorrere con una delle aziende più attente alle politiche del personale.
Emanuela Di Pasqua - Totem

COMMENTI

Eventi