Ferpi > News > Il Design Award tedesco alla Città di Torino

Il Design Award tedesco alla Città di Torino

11/02/2010

La Città di Torino si è aggiudicata il prestigioso Design Award della Repubblica Federale Tedesca, il riconoscimento assegnato alle città che si comunicano al meglio attraverso il design, l’arredo urbano e gli allestimenti decorativi. La città sabauda ha vinto come _look of the city_ per Torino 2006.

Il Design Award della Repubblica Federale Tedesca è il più alto riconoscimento tedesco nel campo del design, conosciuto come “Prize of Prizes”.
Il 12 febbraio 2010 a Francoforte sarà assegnato un design award per il progetto Look of the City delle Olimpiadi invernali Torino 2006.
La giuria, nominata dal Ministero Federale dell’Economia e Tecnologia, è una giuria indipendente formata da rappresentanti del mondo dell’industria, dell’università, del design e dei media.
Il premio sarà conferito all’apertura del salone Ambiente International Frankfurt Fair.
A riceverlo Anna Martina, Direttore Cultura, Comunicazione e Promozione della Città di Torino e Italo Lupi, Ico Migliore e Mara Servetto, gli architetti che hanno progettato il del Look of the City.
Il Look of the City Torino 2006 ha rivestito con più di undicimilacinquecento tracce rosse la città durante i Giochi Olimpici: è stato il primo esempio di una città ospite che si è proposta con un progetto di immagine indipendente dall’immagine dei siti di gara.
Sono state la grande tradizione nell’innovazione, l’eleganza e la forza delle sue architetture e del suo impianto urbanistico a portare la città di Torino a sviluppare un progetto di allestimento studiato su misura per la città, capace di integrarsi con l’immagine olimpica ufficiale.
Il Look of the City è intervenuto capillarmente su un territorio ampio e variegato, e ha privilegiato i percorsi olimpici ma non solo quelli, per creare episodi tra loro connessi, di alta forza comunicativa, dalla scala pedonale a quella viaria, a quella della prospettiva lunga del panorama.
Centro e periferia sono stati investiti da un’onda di colore rosso, diffusa ovunque, ma ovunque molto rispettosa della bellezza della città dei suoi luoghi monumentali, della sua nota riservatezza.
Si è privilegiato l’uso di un solo colore, brillante che, nella sua costante ripetitività e nella sinteticità dei segni grafici, si è integrato per contrasto con la tradizione della città. Il colore scelto, il rosso cinabro, un colore vivo, carico di energia, il colore della fiamma olimpica e della passione, un colore capace di generare una felice dialettica con i toni propri della città.
La scelta grafica si è sviluppata attraverso l’identificazione e l’eleborazione di “icone”, immagini scelte per comunicare la cultura dell’innovazione propria di Torino nei campi della creatività e del sapere, dalla tradizione alla contemporaneità.
A questo si è accostato un uso del lettering variato, teso a restituire un senso di pluralità.
Momenti di riferimento forti, nei quali la città si è riconosciuta profondamente al punto da decidere di mantenere, a Olimpiadi terminate, parte delle installazioni per altre manifestazioni.

COMMENTI

Eventi