Ferpi > News > Il Ministro della Giustizia Clemente Mastella ha incontrato FERPI

Il Ministro della Giustizia Clemente Mastella ha incontrato FERPI

12/12/2007

Lunedì 10 dicembre il Ministro delle Giustizia Clemente Mastella ha incontrato il Presidente della FERPI Gianluca Comin e il Delegato ai Rapporti Istituzionali Fabio Bistoncini.

Nell'incontro, avvenuto lunedì 10 dicembre, il Ministro Mastella e il Presidente Comin, accompagnato da Fabio Bistoncini, delegato ai rapporti istituzionali, hanno parlato del Disegno di Legge sulla riforma delle professioni, attualmente all'esame delle commissioni Attività Produttive e Giustizia della Camera, e della direttiva qualifiche dell'Unione europea, meglio nota come direttiva Zappalà.
In particolare, Ferpi, ha condiviso con il Ministro l'impostazione del disegno di legge italiano. Le associazioni che rappresentano le professioni intellettuali non diventeranno nuovi ordini; avranno però un riconoscimento giuridico che rappresenterà soprattutto una garanzia per le imprese, le quali potranno così scegliere professionisti "certificati".
Sono stati inoltre al centro del confronto le possibili sovrapposizioni fra FERPI e altri soggetti già riconosciuti, i vantaggi rappresentati dalla regolamentazione della materia e l'incrocio della normativa italiana con quella europea.
Il Guardasigilli si è impegnato a "valutare attentamente, attraverso gli uffici ministeriali, le modalità che possano consentire di valorizzare un profilo professionale sempre più emergente e rilevante".
"Con il Ministro - dichiara il Presidente FERPI, Gianluca Comin - abbiamo approfondito i vari aspetti del riconoscimento giuridico della professione, tema molto caro alla nostra Associazione. FERPI ha già le carte in regola per essere riconosciuta giuridicamente, sia a livello nazionale che europeo, e da molti anni si propone di sostituire la tradizionale tutela degli iscritti con la certificazione del possesso di caratteristiche definite e verificate. Il nuovo testo di legge, una volta in vigore, rappresenterà soprattutto una risposta alle giuste aspettative dei clienti in termini di concorrenza e di mercato."

COMMENTI

Eventi