Ferpi > News > Il nostro dizionario delle Rp: questa settimana da gatekeeper a guiding principles

Il nostro dizionario delle Rp: questa settimana da gatekeeper a guiding principles

16/03/2004

Cliccando qui avrete accesso a tutto il dizionario già messo online e potrete inviare i vostri commenti

Gatekeeper
Chi tiene le chiavi del cancello. In relazioni pubbliche il gatekeeper è sicuramente un interlocutore rilevante. Talvolta è stakeholder (consapevole e interessato alla relazione con l'organizzazione), altre volte è influente (non necessariamente consapevole e neppure interessato all'organizzazione ma per questa rilevante perché influente sulle variabili e/o sui destinatari), altre ancora è entrambi (sia possessore di titolo a interloquire sia particolarmente rilevante per l'organizzazione). L'identificazione dei gatekeeper è una delle fasi più delicate delle relazioni pubbliche e richiede un attento lavoro di identificazione delle variabili che possono orientare il raggiungimento di uno specifico obiettivo perseguito dall'organizzazione. Se questo lavoro non viene fatto, alla fine quando gli obiettivi perseguiti  non sono chiari, specifici e dettagliati, tutti sono gatekeeper (come tutti sono stakeholder o influenti) e quindi non serve a nulla identificarli.
Ghost writer
E' una funzione classica del relatore pubblico e si verifica quando si è chiamati a predisporre un discorso o un testo o un documento per conto di un'altra persona, normalmente un datore di lavoro o un cliente. La qualità e la capacità di scrittura sono di certo importanti, ma meno della empatia del relatore pubblico con la persona che poi userà il suo lavoro. Scrivere un discorso per chi non si conosce, o si conosce poco, è quasi tempo perso.
Globalisation
Nel contesto delle relazioni pubbliche appare suggestiva la tesi del famoso sociologo Anthony Giddens il quale sostiene che:

la globalizzazione ha esaltato assai più le diversità e le differenze che non l'omologazione delle culture, dei valori e dei comportamenti
delle grandi rivoluzioni che hanno investito il genere umano, la globalizzazione è la prima che vede come motore principale la comunicazione, da sempre alla perenne conquista del tempo e dello spazio.
Global principles
Negli studi di Grunig si parla spesso di ‘global principles and specific applications'. Per la sua teoria globale delle relazioni pubbliche, per global principles si intendono quei principi generali delle relazioni pubbliche che vanno poi applicati e adattati tenendo conto delle specificità culturali, economiche, religiose, professionali adatte allo specifico territorio in cui si applicano. La global alliance ha adottato questo principio nel suo protocollo etico e nel suo programma strategico 2004-2009.
Glocal
Una crasi fra global e local. Termine coniato ai primissimi anni novanta per indicare sia l'accezione di Giddens (vedi globalization) sia quella di Grunig (vedi global principles).
Goodwill
Letteralmente, buona volontà. In relazioni pubbliche può essere interpretato come la disponibilità ‘al buio' di un interlocutore, l'apertura di fiducia verso l'organizzazione pre-dialogo, perfino la reputazione, purché prima di un intervento consapevolmente orientato a influenzarla. Altrimenti, nella valutazione di una impresa, è il valore del patrimonio intangibile, ma si usa sempre meno man mano che gli intangibili trovano propri sistemi specifici e condivisi di valutazione.
Gorel
Governo delle relazioni: crasi formulata alla metà degli anni ottanta dalla SCR Associati, allora società leader di relazioni pubbliche italiana, nello sviluppo di un ‘canovaccio' di riferimento per procedere all'attuazione e per misurare i risultati di una attività di relazioni pubbliche.Il metodo Gorel è in continua rivisitazione ed è stato il soggetto di un libro Ferpi, a cura di Toni Muzi Falconi, cui hanno partecipato una trentina di professionisti italiani.Il metodo, con la giusta flessibilità, viene oggi adottato da molte organizzazioni anche internazionali e da diversi professionisti.Il termine ‘governo' è del tutto alternativo a quello di gestione (management) poiché una relazione, se è interattiva e simmetrica, non può e comunque non deve essere gestita, ma ‘governata' nel senso di governance (vedi voce successiva).
Governance
Non c'è un termine italiano condiviso. Potrebbe essere ‘governo', ma è troppo stretta l'accezione con il governo di uno Stato (tanto che in inglese si dice governance e non government).Viene usato con diverse accezioni:

si parla di governance per indicare il sistema di regole che assicura una corretta gestione delle organizzazioni
e ne parla anche come applicazione di processi partecipati e inclusivi per assumere e implementare decisioni che producono o possono produrre conseguenze su altri.
Tutte le accezioni hanno comunque in comune l'inclusione di nuovi soggetti nei processi decisionali.
Grassroot
Letteralmente: radice dell'erba. In relazioni pubbliche implica una qualsiasi azione ‘dal basso' con il quale il relatore pubblico si trova a confrontarsi o anche ad indurre attraverso le sua attività.
Gross impression
Nei sistemi di misurazione quantitativa delle relazioni pubbliche è l'indice delle uscite sui media moltiplicate per i lettori potenziali. Il termine gross sta per lordo, nel senso che non potrò mai sapere quanti abbiano davvero letto quell'articolo, ascoltato o visto quel programma o quella notizia. Serve davvero a poco ed è simile a quello applicato a Internet (sempre meno, per fortuna) e riferito ai hits (i critici lo definiscono ‘how idiots track success').
Gross rating pointNei sistemi di misurazione quantitativa della pubblicità è l'indice che misura la pressione sui media di una campagna. Si calcola moltiplicando l'audience per la frequenza di uscita.  
Guiding principles
Principi guida. Nel processo di ‘envisioning' di una organizzazione è la fase successiva alla definizione della missione (chi sono) e della visione (dove voglio essere fra x anni) e precede quella della strategia (come arrivo dalla missione alla visione). E' la declinazione dei principi generali che l'organizzazione si impegna a rispettare nell'attuazione della strategia.

COMMENTI

Eventi