Ferpi > News > Il nuovo fenomeno dei "book-trailer"

Il nuovo fenomeno dei "book-trailer"

15/01/2008

Frutto della convergenzia mediatica si presenta come un nuovo strumento di comunicazione

Tra il corto e il riassunto, tra editoria e cinema, trionfa nella comunicazione editoriale il nuovo genere del 'booktrailer' cui Milano, a settembre, dedicherà un intero festival.
Intanto, il 17 gennaio, prologo alla Libreria del Giallo con l'happening 'Di cosa parliamo quando parliamo di booktrailer?' Ideata e organizzata dalla giornalista Annarita Briganti, la serata prevede la proiezione di diversi video tratti dai libri, da 'Niente baci alla francese' di Paolo Roversi al premio Strega 'Come Dio comanda' di Niccolò Ammaniti, commentati da scrittori, registi e esperti del fenomeno, oltre alla premiazione del miglior booktrailer, scelto dallo sceneggiatore Tommaso Labranca. A coordinare i lavori della prima serata a tema dedicata a questo nuovo genere, cui hanno aderito editori come Marsilio, Mursia, Marcos y Marcos e Salani, la titolare della libreria Tecla Dozio e lo scrittore Gian Paolo Serino.
I booktrailers - la nuova forma di comunicazione promozionale per l'editoria ai tempi di Internet, della web tv, del cellulare e dell'Iptv - sono solitamente realizzati mediante tre tecniche di produzione (animazione, dal vero e fumetto) e durano tra i 45 e i 90 secondi. Molti filmati si trovano su You tube o My space, oltre che sul portale book-trailer, gestito da Keitai, primo operatore italiano del settore.
tratto dall'agenzia ANSA

COMMENTI

Eventi