Ferpi > News > La Cina tra gli obiettivi più ambiti delle grandi compagnie di pubblicità

La Cina tra gli obiettivi più ambiti delle grandi compagnie di pubblicità

04/04/2006

Le agenzie di marketing cinese sono le più interessanti per le multinazionali perché innovative e proiettate verso il futuro di un mercato che potrebbe superare quello giapponese.

A fine marzo il gruppo pubblicitario francese Publicis ha annunciato l'intenzione di acquisire la Betterway Marketing Solution, una delle più importanti agenzie di marketing cinesi. Gli obiettivi dell'agenzia sono chiari: portare i propri servizi in ogni angolo del mondo. Impossibile quindi rinunciare ad una fetta così importante, soprattutto per il futuro: entro il 2010 la Cina potrebbe superare il mercato giapponese e raggiungere il secondo posto mondiale preceduto solo dagli Usa.Publicis è solo l'ultima di una serie di multinazionali impegnate su questo fronte; già JWT e Omnicom si sono stabilite nel mercato nazionale grazie all'acquisto di quote di maggioranze di alcune aziende cinesi.L'interesse dei grandi gruppi internazionali di advertising si concentra soprattutto sul direct marketing perché sono realtà molto innovative, mentre le piccole agenzie locali che realizzano pubblicità sono ancora indietro e non sono abbastanza flessibili per i marchi globali. Il settore del marketing dei servizi impone un'analisi approfondita della società e del contesto internazionale, in modo da individuare i prodotti più efficaci e le direttive di comunicazione più adatte; proprio per questi motivi, il marketing in generale sta crescendo molto più in fretta della pubblicità. L'innovazione in questi campi riguarda mezzi di comunicazione insoliti e differenziati che inquadrano in un'ottica olistica la comunicazione: dal packaging, al guerilla marketing, la costruzione di un contesto non convenzionale aiuta le grandi imprese a impressionare e fidelizzare il cliente.La Cina si pone dunque come un mercato in vertiginosa crescita su cui puntare e investire il prima possibile.
Per approfondire, un articolo del Wall Street Journal (su abbonamento)
Marina Rossi - Totem

COMMENTI

Eventi