Ferpi > News > La crescita delle Litigation PR: il caso Amanda Knox

La crescita delle Litigation PR: il caso Amanda Knox

26/10/2011

Anche in Italia crescono le _Litigation Public Relations._ Una questione professionale di grande attualità dopo il processo di Perugia e l’assoluzione di Amanda Knox. Se ne discuterà a Roma il 27 ottobre in un convegno promosso da Reset in collaborazione con _Ferpi_ e _ANM._

di Toni Muzi Falconi
L’assoluzione di Amanda Knox e il dibattito mediatico che ne è seguito ha portato all’attenzione dell’opinione pubblica e della community professionale della comunicazione il ruolo delle Litigation PR, l’insieme di attività di relazioni pubbliche che supportano un procedimento giudiziario in tutte le sue fasi, dall’inizio del procedimento ai diversi gradi di giudizio, fino alla sentenza finale.
Per fare il punto della situazione la rivista Reset, in collaborazione con Ferpi e ANM – Associazione Nazionale Magistrati, promuove un dibattito sul tema in programma giovedì 27 ottobre alle ore 17.00 a Roma presso il Centro Studi Americani (via Caetani, 32).
La sentenza del processo di Perugia e il grande dibattito mediatico che ne è seguito ha riaperto il discussione sulla funzione della comunicazione e il lavoro dei professionisti delle relazioni pubbliche nelle diverse fasi pre e post giudiziali in supporto di una o dell’altra parte in causa, della magistratura e degli stessi media. In questo scenario il ruolo del relatore pubblico fra accusa, difesa e collegio giudicante diviene strategico.
E’ la prima volta che in Italia viene discusso in pubblico il ruolo crescente che i professionisti della relazioni pubbliche svolgono a sostegno di interesse legittimi nelle fasi pre, inter e post sentenza di processi civili, penali e amministrativi. Una specializzazione ampiamente presente negli Stati Uniti da diversi decenni e più recentemente diffusasi in Inghilterra, nella Germania e in altri Paesi Europei. In Italia le prime contaminazioni si producono nei primi anni novanta a fianco dei processi di Mani Pulite e di alcuni importanti vertenze di quel decennio che vedono protagoniste grandi imprese, italiane e internazionali. Nel primo decennio del duemila esplodono casi clamorosi (ad esempio, Cogne) e più recentemente Garlasco, Krupp, Siemens, Telecom Italia, Avetrana, legge 231, ma il tutto diviene di dominio pubblico e internazionale con il recente caso del processo di Perugia. E’ verosimile che la partecipazione di relatori pubblici a fianco della difesa, ma talvolta anche dell’accusa e di altri soggetti terzi interessati cresca nei prossimi anni. L’intenzione dei promotori del dibattito è di confrontare le posizioni delle diverse professioni coinvolte alla ricerca di ‘linee guida’ e ‘comportamentali’ adeguate alla delicatezza del tema.
Delle diverse implicazioni e sul ruolo delle Litigation PR ne discuteranno, insieme a Giancarlo Bosetti, direttore del mensile Reset, Luca Palamara, presidente ANM e Patrizia Rutigliano, presidente Ferpi; Ennio Amodio, avvocato penalista e Giuseppe Cascini, segretario generale ANM. Rosanna D’Antona, Tonino Bettanini e Toni Muzi Falconi, relatori e comunicatori pubblici.
Una bella opportunità per provare a capirne di più ed acquisire strumenti e know how indispensabili a ‘governare’ un fenomeno che assumerà un ruolo sempre più importante nella convivenza civile del nostro Paese.
Clicca qui per scaricare l’invito.

COMMENTI

Eventi