/media/post/3cgtpab/1350x450.VOLONTARI.TA_-796x450.jpg
Ferpi > News > L'ascolto degli stakeholder, processo chiave di ogni organizzazione

L'ascolto degli stakeholder, processo chiave di ogni organizzazione

12/05/2018

In Italia esiste una cultura dell'ascolto che si è sviluppata negli ultimi quarant'anni con casi eccellenti. Al di fuori del settore delle Rp con il lavoro di Basaglia, ma anche la storia ormai più che trentennale di Telefono Azzurro nonché i progetti di ascolto e progettazione partecipata dell'antropologa Marianella Sclavi. Sono solo alcuni dei casi che verranno affrontati durante il corso "L'ascolto organizzativo", in programma l'8 giugno a Bologna.

Appuntamento l'8 giugno con il corso "L'ascolto organizzativo", curato da Biagio Oppi, Delegato regionale di Ferpi Emilia-Romagna e Associate Director Communications di Shire, presso la facoltà di Scienze della Comunicazione dell'Università degli Studi di Bologna.

Il seminario formativo sarà focalizzato sulle tecniche e sulle pratiche di ascolto degli stakeholder interni ed esterni di un'azienda. Biagio Oppi introdurrà l'evoluzione dell'ascolto organizzativo, insieme ad esperti di diverse provenienze professionali, con un confronto critico tra alcuni approcci qualitativi e quantitativi: "L'ascolto strutturato degli stakeholder è il processo chiave di ogni "organizzazione comunicativa", nell'accezione indicata dal Melbourne Mandate - afferma Oppi - e su questo tema abbiamo incentrato il percorso della Delegazione Ferpi Emilia-Romagna 2017/2018 che culmina con questo seminario. In Italia esiste una cultura dell'ascolto che si è sviluppata negli ultimi quarant'anni con casi eccellenti. Al di fuori del nostro settore abbiamo il lavoro di Basaglia, ma anche la storia ormai più che trentennale di Telefono Azzurro nonché i progetti di ascolto e progettazione partecipata dell'antropologa Marianella Sclavi".

La giornata proseguirà con l'effettiva applicazione dell'Ascolto organizzativo nella realtà italiana delle Relazioni Pubbliche. Sarà effettuato un focus su diversi casi di ascolto da parte di organizzazioni della pubblica amministrazione, di imprese private e di organizzazioni del non profit: Unipol, Oxfam, Medipragma, Telefono Azzurro, Cesvot, Amapola, Conad. "Per quanto riguarda direttamente le relazioni pubbliche e Ferpi - continua Oppi - il contributo di Toni Muzi Falconi è all'interno di diversi documenti fondamentali della nostra professione tra cui il GoRel, gli Stockholm Accords e il Melbourne Mandate, oltre alla voce Organizational Listening nella Sage Encyclopedia of Public Relations a sua firma. Di recente il libro di Emilio Galli Zugaro, The Listening Organization (tradotto in Italia La Leadership Comunicativa) ha portato nuovi spunti di riflessione sul tema dell'ascolto organizzativo. Sta a noi contribuire a mantenere l'ascolto al centro del dibattito professionale ed offrire possibilità di confronto e formazione a soci, colleghi e studenti".

Nel corso della giornata interverranno numerosi manager ed esperti. Dopo una prima introduzione di Biagio Oppi, insieme ai già citati Marianella Sclavi, Ascolto Attivo, Toni Muzi Falconi, Lumsa e Emilio Galli Zugaro, Methodos interverranno Pierluigi De Rosa, Ferpi Emilia-Romagna; Federico Capeci, Kantar Media; Andrea Buzzi, Fondazione Paracelso e Stefano Martello, giornalista.

L'obiettivo che il corso si prefissa è quello di far conoscere ai discenti una serie di strumenti con potenziali applicazioni sia all'interno dell'organizzazione sia nei servizi di consulenza.

L’incontro è aperto a tutti, Soci e Non soci. Previa iscrizione,25 posti sono riservati agli studenti di Scienze della Comunicazione dell’Università di Bologna.

Il corso dà diritto al riconoscimento di 100 crediti formativi ai Soci Ferpi ai fini della qualificazione necessaria all’aggiornamento professionale interno.

Per info e iscrizioni:
casp@ferpi.it

COMMENTI

Eventi