Ferpi > News > Le Rp in un romanzo

Le Rp in un romanzo

05/09/2005

All'università di Purdue, Indiana, non libri di testo ma racconti per gli studenti dei corsi avanzati di Rp

Gli studenti del corso di Relazioni Pubbliche dell'università Purdue di West Lafayette, Indiana, stanno imparando che la narrativa può prepararli alla realtà."Ho scambiato i libri di testo con alcuni romanzi in tre delle mie classi avanzate del corso di relazioni pubbliche" racconta Josh Boyd, professore associato di comunicazione. "Anche se i racconti sono narrativa, i personaggi e la trama possono ribadire teoria, etica e le realtà di lavoro di una carriera quale quella delle Rp". Il professor Boyd ha anche assegnato due romanzi, "Native Tongue" di Carl Hiaasen (edito in Italia da Baldini, Castaldi e Dalai nel 1998 con il titolo di "Key Largo") e "Thank You for Smoking" di Christopher Buckley, per le discussioni e i lavori della classe.
"Native Tongue" racconta di un giornalista, veterano del mestiere, la cui carriera zoppica e che finisce a scrivere testi per un parco divertimenti nella Florida del sud. Nel libro l'autore ritrae le relazioni pubbliche come "qualcosa di mercenario e senza onore". Il romanzo di Buckley, invece, racconta la storia del portavoce dell'Accademia degli studi sul tabacco che si barcamena tra gruppi per i diritti dei fumatori e quelli dei non fumatori cercando di promuovere il tabacco.
"Ciò ha offerto l'opportunità agli studenti di imparare, almeno in una certa misura, com'è lavorare sul campo e questo è utile per coloro che possono avere poca esperienza di internship" spiega il professore, esperto di retorica aziendale.
"Gli studenti imparano il crisis management e come indirizzare i media quando qualcosa va storto, così come ad affrontare vari problemi etici, attraverso le azioni dei protagonisti dei libri, professionisti di relazioni pubbliche. Invece di parlare solamente di standard etici o di teorizzare spin in classe abbiamo avuto reali esempi di lavoro professionale lavorando anche con differenti tipi di new media come Larry King Live e il Today Show".  
"Trovo" conclude Josh Boyd "che i romanzi inseriscano gli studenti di livello avanzato nei panni di un immaginario professionista". Abbandonare il libro di testo per il racconto, passare cioè dalla case history alla fiction, è evidentemente efficace nella formazione di un relatore pubblico.
N.C.

COMMENTI

Eventi