Ferpi > News > Ministero dell'Interno e Poste Italiane insieme contro le frodi finanziarie

Ministero dell'Interno e Poste Italiane insieme contro le frodi finanziarie

23/09/2008

Il Ministero dell'Interno e Poste Italiane hanno firmato una convenzione che prevede la possibilità di accedere, in tempo reale, ai servizi dell'Indice Nazionale delle Anagrafi (Ina), attraverso i quattordici mila uffici postali d'Italia.

La convenzione offrirà a Poste Italiane ulteriori strumenti di risposta su temi prioritari, come la prevenzione antifrode, e nuovi mezzi di controllo per elevare ulteriormente gli indici di sicurezza nel delicato circuito finanziario e bancario.


L’accordo consente altresì di verificare nei 14 mila uffici postali, in tempo reale, l’autenticità dei documenti di identità presentati allo sportello, tutelando così i cittadini da possibili frodi: la gran parte degli episodi illeciti si realizza, infatti, attraverso la falsificazione dei documenti di riconoscimento.


Grazie a questo accordo, Poste Italiane assume un ruolo di grande rilievo all’interno di quel sistema integrato di circolarità anagrafica, già operativo tra la maggior parte dei Comuni d’Italia ed altri enti come Inps, Istat e Agenzia dell’Entrate. Il Ministero dell’Interno e Poste Italiane, inoltre, hanno già condiviso e pianificato le prossime fasi di sviluppo del progetto che si arricchirà di nuovi contenuti per rispondere appieno alle esigenze di modernizzazione e miglioramento del sistema Paese.


(Comunicazione a cura di Poste Italiane)

COMMENTI

Eventi