Ferpi > News > Mission possible: la responsabilità sociale delle imprese

Mission possible: la responsabilità sociale delle imprese

11/04/2007

Iniziativa delle Nazioni Unite per promuovere il business etico. In preparazione una raccolta di principi che cambieranno l'insegnamento nelle business school

Nel giugno del 2000 le Nazioni Unite hanno varato il Global Compact, iniziativa a livello mondiale per incoraggiare il business responsabile. Ad oggi il programma ha sviluppato i principi per investimenti responsabili e conta intorno a 3.800 partecipanti, incluse più di 2.900 imprese in 100 paesi. Recentemente il Global Compact ha deciso di estendere i suoi sforzi alla comunità accademica e sta sviluppando una raccolta di principi per la Formazione al Business Responsabile. Lo scorso gennaio Angel Cabrera, presidente della Thunderbird School of Global Management dell'Arizona è stato nominato senior adviser di Global Compact ed è a capo della task force che sviluppa l'elenco di principi etici, che saranno presentati in luglio a Ginevra.
I membri che stanno sviluppando tali principi pensano che le Business School debbano rivedere il loro impegno per insegnare business etico ed orientato verso argomenti quali diritti umani, lavoro, ambiente e corruzione. Il mese scorso Cabrera e Manuel Escudero, responsabile dei network e delle iniziative accademiche di Global Compact, si sono incontrati nella sede delle Nazioni Unite a New York per mettere a punto le iniziative di formazione. Il risultato del loro colloquio è stato raccolto sotto forma di intervista da Businessweek.com.
Ne sono emerse notizie chiarificatrici sull'iniziativa: sono più di 150 le organizzazioni accademiche coinvolte nel mondo che giocheranno un ruolo importante nel movimento cambiando i loro programmi di insegnamento per assicurare che i leader del business sviluppino le loro responsabilità sociali. Anche la AACSB, l'associazione Advance Collegiate Schools of Business, la European Foundation for Management Development, e la Academy of Management hanno dimostrato interesse per il Global Compact e stanno studiando come aderire.
Leggi l'intervista completa
N.C.

COMMENTI

Eventi