Ferpi > News > Mobile advertising: arriva il primo marketplace italiano

Mobile advertising: arriva il primo marketplace italiano

22/01/2009

Zero9 mette a disposizione dei publisher una nuova piattaforma

Molti esperti di comunicazione parlano dell’advertising mobile come di un settore che, da qui a breve tempo, vedrà una vera e propria esplosione in termini di diffusione e di fatturato. Non vi è dubbio che già nel 2008 questo comparto abbia avuto un notevole incremento, spingendo molte aziende a confluire buona parte degli investimenti pubblicitari.


È proprio su questo versante, infatti, che la digital advertising mostra tutte le sue potenzialità: i nuovi telefonini, dotati di display a colori e di buona qualità, permettono la diffusione di messaggi interattivi e accattivanti, appositamente studiati per colpire il bersaglio. Le campagne pubblicitarie veicolate tramite telefonino hanno il vantaggio di raggiungere il target in qualsiasi momento della giornata, sollecitando l’utente a produrre un feed back immediato e a passare direttamente all’azione. Così accade nel meccanismo del click-to-call, sempre più utilizzato, in cui basta un semplice click per contattare l’azienda e ottenere le informazioni desiderate, grazie a operatori disponibile 24 ore su 24. Con il risultato che gli utenti su cellulari risultano particolarmente ricettivi, come dimostra l’evato click trough rate.


Sulla scia di questo nuovo trend arriva la piattaforma ideata da Zero9, società che si occupa di creazione, gestione e promozione di contenuti e servizi interattivi per gli utenti di telefonia mobile, sviluppata per publisher, centri media, advertising manager e webmaster.
“Il cellulare è il nuovo media su cui veicolare la display advertising – ha commentato Raffaele Giovine, CEO di Zero9 – Il settore è cresciuto del 400% in Italia, sicuramente perché sta muovendo i primi passi, ma anche per le performance dimostrate: il tasso di conversione è del 5%, ampiamente sopra il Web”. I numeri, quindi, parlano chiaro. Sottolinea ancora Raffaele Giovine:“Oggi i webmaster e gli editori che si affacciano a Internet su mobile hanno davvero una leva in più di promozione”. Provare per credere.


Luana Andreoni – Redazione Cultur-e

COMMENTI

Eventi