/media/post/q8e4vgz/NEWS_800x450_PODCAST_6.jpeg
Ferpi > News > Regole dell’informazione, dai giornali ai social network

Regole dell’informazione, dai giornali ai social network

#AscoltailFuturo

09/09/2021

Redazione

Le principali regole dell’informazione, dalla carta stampata ai social sono al centro di questo podcast di Ascolta il futuro, il progetto di educazione ambientale, civica e digitale promosso da Altroconsumo, realizzato con i fondi del Ministero dello sviluppo economico, Riparto 2020 e con il supporto di FERPI. 

La libertà di stampa è un valore fondamentale in ogni democrazia. L’articolo 21 della Costituzione della Repubblica Italiana afferma che “tutti hanno diritto di manifestare liberamente il proprio pensiero con la parola, lo scritto e ogni altro mezzo di diffusione”, inoltre “la stampa non può essere soggetta ad autorizzazioni o censure”. Esistono diverse leggi che tutelano l’informazione, la più importante è la legge numero 47 del 1948, la legge sulla stampa. Da non dimenticare anche la legge numero 69 del 1963 che ha istituito l’Ordine dei Giornalisti, che si occupa anche del diritto di cronaca quando afferma che “la libertà di informazione e di critica è un diritto insopprimibile”.

Naturalmente nel corso degli anni il mondo dell’informazione è cambiato, per questa ragione nel 2016 è stato emanato il Testo unico dei doveri del giornalista, che raccoglie tutte le norme che regolano la materia e che nel corso degli anni sono state emanate con riferimento ad ambiti di applicazione specifici. Dalla nascita della Costituzione in poi, la libertà di stampa è un diritto riconosciuto e fondamentale all’interno del nostro sistema democratico.

Continua a leggere sul sito di Altroconsumo.

Ascolta il podcast.

 

 

 

COMMENTI

Eventi