/media/post/q7fc9us/chill1.jpg
Ferpi > News > UniFERPI & Chill, il nuovo format di eventi di UniFERPI Gorizia

UniFERPI & Chill, il nuovo format di eventi di UniFERPI Gorizia

#Ferpi2Be

11/03/2021

Patrick Lavaroni

Nessuna presentazione interminabile, nessuno vuoto imbarazzante. Filo diretto col pubblico e un’atmosfera da salotto di casa: è UniFERPI & Chill, il nuovo format ideato dalla sezione studenti di Gorizia.

Si è concluso con un ottimo bilancio il filone di eventi UniFERPI & Chill. Ma che cosa è stato UniFERPi & Chill? Noi di UniFERPI Gorizia abbiamo vissuto questi difficili tempi con grande intensità, provando a creare contenuti sempre nuovi. Tra questi figura appunto UniFERPI & Chill, filone di eventi online diviso in 3 episodi dove il pubblico ha avuto la possibilità di chiacchierare con i relatori ospiti: Federico Filippa, il team di Privacy Network e Riccardo Pirrone.

Chill può essere reso come un sinonimo di easy-going, di tranquillo, calmo… e chi non ha bisogno di un po’ di calma dopo quest’anno travagliato se non il nostro giovane pubblico? Apprendere, relazionarsi e comunicare attraverso uno schermo non è come farlo faccia a faccia. Abbiamo vissuto tutti delle interminabili conferenze online: da un lato il pubblico “sommerso” da una grande mole d’informazioni, dall’altra i relatori costretti a parlare ad uno schermo e le sue icone contenenti solo nomi, nessun sorriso, nessuno sguardo, che sia rapito o ricco di punti interrogativi.

Per questo abbiamo ideato il format di UniFERPI & Chill, un filone di eventi basati sul dialogo e l’interazione dove il pubblico può contribuire attivamente alla costruzione della scaletta, soddisfacendo le proprie curiosità e ponendo una sfida all’oratore. Il tutto in un’atmosfera da salotto di casa. Le domande iniziali poste dal team di UniFERPI sono servite a inquadrare i temi del giorno, stimolando gli spunti per la conversazione.

La nostra soddisfazione si traduce nei numeri: quelli dei partecipanti ai webinar e la quantità di domande poste in ogni incontro, ma prima di passare ai “dati” vorremmo enfatizzare il vero tesoro che questa esperienza ci ha lasciato: la consapevolezza e il piacere del lavoro di squadra.
Nel backstage degli eventi sono emerse delle rapide qualità di problem solving e divisione dei compiti. Da chi gestiva il funzionamento delle piattaforme, a chi monitorava i vari canali di messaggistica per venire incontro a eventuali disagi dei partecipanti, passando per i moderatori delle domande, gli intervistatori (denominati simpaticamente “Iene uniferpine” in omaggio al celebre programma), i promotori e i curatori dei contatti. Da elogiare anche la prontezza degli ultimissimi arrivati nel gruppo. Una serie di attività e skills indispensabili per un buon relatore pubblico.
Quest’atmosfera si traduce nella foto di gruppo finale del team assieme al relatore. Più che una foto è uno screenshot, ma rende comunque l’dea del rapporto di collaborazione e serenità che si vive nel collettivo.

La prima puntata, dal titolo “Ritorno alle origini delle RP”,  è stata dedicata a Federico Filippa, laureato in Relazioni Pubbliche proprio presso il polo universitario di Gorizia e responsabile per la comunicazione europea di Amazon. Filippa ha dimostrato grande disponibilità nel condividere la propria esperienza con un pubblico di circa 80-90 persone, curioso di capire come delineare il proprio percorso di studi, vagliare un’esperienza all’estero e comprendere l’importanza del continuo aggiornamento. Per alleggerire ulteriormente l’atmosfera, Filippa non ha esitato a snocciolare alcuni aneddoti divertenti ed esclusivi per gli studenti goriziani relativi ai suoi giorni dietro ai banchi dell’università.

La seconda tappa ha visto protagonista il team di Privacy Network, rappresentato per l’occasione da Diego Dimalta e Andrea Baldrati. Privacy Network è una no-profit attiva nella difesa della privacy. Come suggerito dal titolo dell’evento “Da Black Mirror al 2020”, i relatori hanno utilizzato alcuni spezzoni della popolare serie Netflix “Black Mirror” per illustrare le sfide contemporanee che attendono la difesa della privacy. L’incontro ha superato i 100 partecipanti e ha mostrato come uno dei contenuti più fantasiosi del panorama seriale possa essere uno specchio fedele alla realtà. Privacy Network apre di continuo le sue porte e nuovi membri e spinge a riflettere sulla trasparenza, la tecnologia e il trattamento dei dati.

Riccardo Pirrone è stato il mattatore dell’ultima puntata, denominata “Amazziamo il tempo con Pirrone”. Il titolo deriva dalla stuzzicante gestione della comunicazione social di Taffo da parte di quest’ultimo. Pirrone è il CEO di Kirweb e segue altri importanti clienti. Ci ha illustrato le differenze della comunicazione sui vari media e l’importanza di dimostrare la parole coi fatti, trasmettendo messaggi sociali e prendendo posizione, in linea con i valori del brand. Il suo corso in gestione dei social media e il suo libro illustrano il coraggio necessario per sfondare in questo campo. L’evento ha contato 80-90 partecipanti confermando il successo del nostro format interattivo.

Siamo molto soddisfatti di questo ciclo di eventi e del successo che ha riscosso tra i partecipanti. Proprio per questo motivo ci teniamo a ringraziare tutti coloro che hanno contribuito ad organizzare e a promuovere questi incontri: il Comune di Gorizia, l’Università degli studi di Udine e i nostri amici di UniFERPI Padova. Ringraziamo anche i relatori intervenuti; senza la loro disponibilità nulla sarebbe stato possibile. Vogliosi di migliorarci e di consolidare la nostra fetta di pubblico, siamo al lavoro per lanciare nuovi eventi cercando di individuare persone del mestiere che abbiano domestichezza coi temi del momento. Voi sarete dei nostri?


(descrizione)

COMMENTI

Eventi