/media/post/pfs7uf5/piazza.jpg
Ferpi > News > VisitPiemonte: nuovo nome e brand per la promozione del Piemonte

VisitPiemonte: nuovo nome e brand per la promozione del Piemonte

12/04/2019

Alice Bottoni

Una rivisitazione complessiva di nome e brand per promuovere il Piemonte a livello nazionale e internazionale: dal 9 aprile DMO Piemonte si è rifatta il look ed è diventata "VisitPiemonte. A surprise every day". Alice Bottoni ne ha parlato con il Direttore Generale, Luisa Piazza.

(descrizione) Dal 9 aprile DMO Piemonte - la società in house della Regione Piemonte per la valorizzazione turistica e agroalimentare del territorio, partecipata anche da Unioncamere - ha cambiato nome e lanciato un nuovo logo con pay-off e immagine coordinata. La presentazione delle novità di branding e del piano strategico “DMO Piemonte On the Move. Declinazioni di un racconto” si è tenuta a Torino, presso Camera - Centro Italiano per la Fotografia. Ne parliamo con Luisa Piazza, Direttore Generale di VisitPiemonte.

Innanzitutto, perché una scelta di “total rebranding”?
La società si rinnova per rafforzare, attraverso le sue attività, il racconto del territorio, che significa dar voce alle sue trasformazioni. La scelta di total rebranding si inserisce nella più complessiva strategia di rafforzamento, a livello nazionale e internazionale, della visibilità del Piemonte. L’idea di fondo è che, per essere efficaci nei confronti dei nostri visitatori – attuali e potenziali – dobbiamo rivolgere un invito chiaro e immediato già nel momento in cui la società di promozione territoriale si presenta ai vari pubblici.

Qual è, dunque, l’obiettivo di posizionamento territoriale?
Rafforzare, a livello nazionale e internazionale, la visibilità del Piemonte in termini di destinazione turistica, invitando a scoprire un territorio autentico e molto vario. Ricordo che questa è unaregione che ha avuto un posizionamento chiaro e definito molto diverso dall’attuale: per oltre 3 secoli è stata sede di un Ducato, poi di un Regno quindi - per tutto il Novecento - uno dei motori dell’industrializzazione e dell’automotive italiani.Solamente negli ultimi 20 anni il Piemonte, e Torino, hanno avviato un percorso di riposizionamento come destinazione turistica. Tanto da diventarela regione #1 al mondo da visitare,secondo la classifica Best In Travel 2019 curata dell’autorevole guida Lonely Planet.

Quali sono i punti salienti del racconto del Piemonte?
La caratteristica distintiva del Piemonte sulla quale stiamo puntando è la sua autenticità: una regione fuori dal “mainstream, dotata di elevata “diversità” di proposte. Il Piemonte è un territorio piuttosto piccolo dove, nello stesso giorno, si possono fare le esperienze più varie in contesti autentici e spesso poco noti. Quattro i punti salienti nella nostra comunicazione: Arte-Cultura & siti Unesco; Enogastronomia; Attività Outdoor & Paesaggi; Spiritualità. E il racconto del perché visitare il Piemonte è declinato in quattro lingue (inglese, francese e cinsese, oltre che italiano) sul sito web www.visitpiemonte.com

Quali sono i punti focali del piano strategico che VisitPiemonte ha presentato?
La strategia che abbiamo condiviso con i nostri Soci (Regione Piemonte e Unioncamere) si riassume in 3 keywords:

  • Approccio propositivo e partecipativo - qualunque successo richiede un team di squadra e la collaborazione con tutti gli attori del territorio, sia pubblici sia privati. In concreto, ciò significa sviluppare attività in co-progettazione con le Aziende Turistiche Locali; tutte le associazioni di categoria e i vari soggetti della filiera turistica, in cross-promotion con altre Società partecipate della Regione e gli aeroporti piemontesi.

  • Da Turista a Visitatore - il focus di azione si allarga includendo, oltre ai viaggiatori, anche coloro che vivono nel nostro territorio (studenti e professionisti) e che fruiscono del nostro patrimonio. Nasce così il progetto “Ambassador for Piemonte” che insieme alle Università, Scuole di alta formazione piemontesi sta creando una community di studenti che raccontano con video-clip il loro Piemonte invitando i connazionali a venire a visitarlo.

  • Sostenibilità - intesa come visione a lungo termine sugli effetti del turismo sul territorio, in una logica di rispetto delle comunità e culture locali. Ciò significa, da un lato, sviluppare itinerari e narrazioni in grado di attrarre visitatori che sappiano cogliere al meglio le peculiarità piemontesi. Dall’altro, significa realizzare una formazione rivolta agli operatori locali in aree più marginali per stimolare la creazione di micro-imprese turistiche.


Infine, un ulteriore elemento di novità della nostra strategia, riguarda la misurabilità, su cui stiamo riflettendo per definire nuovi indicatori di performance: il successo di una strategia si misura infatti non solo in termini di quantità (numero arrivi e presenze), ma anche in termini di qualità, e quindi necessita del supporto dei Big Data analysis e Sentiment analysis.

 




Alice Bottoni, studentessa del Master in Economia e Gestione della Comunicazione e dei Media  dell'Università Roma 3 - Tor Vergata, in stage presso VisitPiemonte.

 

 

COMMENTI

Eventi