Ferpi > News > A cosa serve una brochure? A niente. Oppure a risparmiare 200mila dollari

A cosa serve una brochure? A niente. Oppure a risparmiare 200mila dollari

13/01/2004

Un intervento del nostro socio Clemente Senni

Cari amici,Sappiamo tutti bene quanto siano opinabili gli effetti delle relazioni pubbliche e come sfuggano ai tentativi di misurazione (sempre che ci si provi).Ogni tanto è difficile anche per noi, che proprio per questa evanescenza siamo chiamati a ‘crederci' con maggior convinzione, rispetto a professionisti di altre discipline, soprattutto quando certi ferri del mestiere possono sembrare un po' banali.Vorrei condividere con voi un episodio in cui è incappata una società che chiamerò ALFA, operante nel settore del trading internazionale di commodities e che per questo si trova a dover noleggiare da armatori internazionali navi mercantili per il trasporto delle merci.Pochi mesi fa i ‘nostri' decidono di darsi una rinfrescata e ci scappa una nuova brochure, patinata, sobria, autorevole quanto basta.Ora succede che uno di questi armatori pare sia stato un po' birichino, tanto da indurre ALFA a rivolgersi alla Corte Internazionale di Londra attraverso un importante studio di avvocati internazionalisti.Sentite cosa scrivono gli avvocati:We are very pleased to report to you that our application for a worldwide injunction against the Owners of the "NOME DELLA NAVE" was successful. We attach a copy of the Freezing Order obtained this morning, which relates to Owners assets up to the value of US$2,500,000. Ovvero il giudice ordina all'armatore di versare un cauzione di 2 milioni e mezzo di dollari, non proprio bruscolini. E poi, e qui viene il bello, continuano: ...Furthermore, we were able to persuade the Judge not to order "ALFA" to provide a cross undertaking in damages, or put up security. This was done on the basis of the marketing brochure which you gave me at our meeting earlier this year. In sintesi, gli avvocati convincono il giudice a non ordinare anche ad ‘ALFA' il versamento di una sorta di cauzione (presumibilmente di importo inferiore all'altra, ma ragionevolmente nell'ordine di qualche centinaio di migliaia di dollari) e affermano che ciò è stato ottenuto anche sulla base della brochure di presentazione della società.Clemente Sennisenni@neosonline.com

COMMENTI

Eventi