Ferpi > News > Accordi di Stoccolma: work in progress

Accordi di Stoccolma: work in progress

26/11/2010

Proseguono gli incontri del gruppo di lavoro Ferpi/Assorel sugli Accordi di Stoccolma. Il prossimo appuntamento è previsto giovedì 16 dicembre a Roma. Il programma biennale ha bisogno del contributo di tutti i soci e i professionisti delle Rp. Un appello di _Toni Muzi Falconi._

Il gruppo di lavoro degli Accordi di Stoccolma intensifica e accelera il passo verso la stesura di un programma operativo di implementazione che partirà da gennaio del 2011. Quaranta i soci attivi, divisi in un coordinamento e in cinque gruppi di lavoro. Una trentina di questi hanno partecipato lunedì 22 ad una riunione di due ore a Milano (10 fisicamente presenti e 20 via teleconferenza).
La prossima riunione è prevista a Roma il 16 dicembre in concomitanza anche con la riunione di coordinamento delle delegazioni regionali. E’ stato anche avviato un Google Group di collaborazione digitale per il dialogo a distanza.
Prima però di rendicontare ai visitatori del sito sulla discussione, vi informo che la ricerca lanciata anche qui qualche giorno fa stenta a portare risultati sufficienti, non tanto dalla nostra comunità professionale, ma soprattutto dai giornalisti (mainstream e social), dalla business community e dalla comunità educativa (che sono gli altri tre segmenti di nostri stakeholder che stiamo interrogando per poterci porre degli obiettivi realistici da raggiungere nel nostro programma di attuazione).
Abbiamo deciso di chiudere comunque la ricerca il prossimo 10 dicembre. Se solo ciascun visitatore di questo sito riuscisse a girare con urgenza il link alla ricerca ad una persona appartenente ad una qualsiasi delle tre comunità indicate (business, media e educational) pregandolo di compilare il brevissimo questionario avremmo raggiunto l’obiettivo.
Anche se siete poco convinti di quello che stiamo facendo (e siamo molto curiosi di saperlo, anche per ritararci…) basterebbe questo minimo sforzo da parte vostra per darci un aiuto prezioso.
Dunque ci siamo dati un obiettivo di raccolta fondi per sostenere le spese ritenute minime (100.000 euro) per l’attuazione del programma 2011 (che sarà varato entro fine anno) e abbiamo discusso delle modalità di reperimento. Abbiamo deciso di puntare su due modalità di contributo: 5 mila euro da parte di partner individuali e di piccole società di consulenza e agenzie che possono essere deliberate come liberalità esentasse; 10 mila euro da parte di organizzazioni (imprese e altro) maggiori come “borse di studio” per giovani Uniferpi ancora una volta deliberate esentasse.
Ci siamo dati un coordinamento (Aurelia Pavel, Nicola Mattina, Toni Muzi Falconi, Rossella Patalano) ei 5 gruppi di lavoro: business community, coordinato da Valeria Cecilia e Elisa Greco; turismo, coordinato da Francesca Albanese; professional community, coordinato da Biagio Oppi; educational community, coordinato da Michele Toscano e Stefania Romenti; media community, coordinato da Cristina Marchegiani e Alessandro Bertin. Complessivamente i componenti dei gruppi sono 36.
I prossimi passi prevedono che i gruppi di lavoro presentino le linee operative del programma 2011 alla riunione romana del 16 e che saranno presentati in quella occasione anche i risultati pervenuti della ricerca di base (sempre che ciascuno di voi compia quel piccolo sacrificio cui ho accennato….).
Se qualcuno volesse aggiungersi a noi ne saremo felici.
Scrivete direttamente una mail a r.patalano@gmail.com che vi fornirà tutte le info necessarie per collegarvi.
Grazie per l’attenzione.
tmf

COMMENTI

Eventi