Ferpi > News > Addio a Gianpaolo Gironda

Addio a Gianpaolo Gironda

09/03/2013

Sabato mattina 9 marzo si è spento Gianpaolo Gironda, tra i più autorevoli relatori pubblici italiani. Socio storico di Ferpi attualmente era componente del Collegio dei probiviri.

Da cinquant’anni era un punto di riferimento per i comunicatori italiani. E lo è stato fino all’ultimo, nonostante una lunga malattia lo aveva messo a dura prova. Sabato mattina 9 marzo se n’è andato Gianpaolo Gironda, socio storico di Ferpi, attualmente componente del Collegio dei probiviri. Nella Federazione è stato sempre in prima linea con grande spirito di servizio, ricoprendo diversi ruoli sia come membro del Consiglio Direttivo nazionale sia come delegato. Tra i più apprezzati crisis & emergency manager italiani aveva cominciato giovanissimo nel 1964 svolgendo attività di consulenza in comunicazione prevalentemente nel settore editoriali per diverse aziende tra cui Mondadori, Rusconi, l’Impresa Generale della Pubblicità (IGP), Leon Goodman Display. Nel 1976 assieme a Furio Garbagnati, Toni e Alessandro Muzi Falconi, Alberto Franchella e Ghigo Roggero fonda la SCR, Strategie Comunicazione Ricerche, di cui ne diviene vice Presidente (l’anno successivo si aggiungerà anche Patrizia Antonincelli). Nella prima impresa italiana di Relazioni pubbliche vi resta per 20 anni, fino al 1996, contribuendo in maniera determinante allo sviluppo della professione in Italia e lavorando su alcuni dei più importanti progetti di comunicazione del nostro Paese, ancora oggi studiati nei principali corsi di laurea e considerati storia della comunicazione e delle relazioni pubbliche italiana. Nel 1996 finita l’esperienza della Scr (che confluirà nella Weber Shandwick) fonda la GPG Associati che nel 2003 diventa la GPG Comunicazione e poi più recentemente Gironda Consulting. Il lavoro di Gianpaolo Gironda si è sempre diviso tra la consulenza e la formazione, in cui era molto apprezzato. Aveva insegnato all’Università IULM, presso l’Università di Salerno e alla romana Lumsa ma anche in tanti istituti di alta formazione, tra cui l’Accademia di Comunicazione di cui era stato fondatore. Era sempre disponibile per Ferpi e contento soprattutto nello svolgere attività formativa rivolta ai più giovani. Animatore instancabile per decenni delle attività e i progetti della Federazione non mancava mai agli appuntamenti pubblici promossi da Ferpi (nella foto in bassa scherza con Moni Ovadia al World PR Forum di Trieste).
All’attività professionale Gianpaolo Gironda ha accompagnato sempre un forte impegno nel sociale, mettendo a disposizione le sue competenze per associazioni e Ong in Italia e all’estero. Negli anni ’90 per conto di una Ong iniziò a seguire la sanguinosa guerra civile in Mozambico svolgendo attività di formazione per un gruppo di dirigenti governativi del Frelimo e del partito clandestino Renamo finalizzata agli incontri preparatori alla firma del trattato di pace. Nel 1991, in Brasile affiancò un’associazione sindacale nata dalla scissione del Cut, con corsi di formazione sulla comunicazione per sostenere una nuova stagione di salvaguardia dei diritti dei lavoratori più poveri ed emarginati. Dalla fine del 2002 ad oggi ha affiancato, come volontario, mettendo a disposizione la sua lunga esperienza, Intersos, l’ong indipendente impegnata nel prestare soccorso e aiuto umanitario alle popolazioni colpite da guerre o calamità naturali, dall’Iraq all’Angola, dalla Libera al Ciad, dall’Afghanistan al Libano, alla Somalia, allo Yemen. Per Intersos, Gironda, quale responsabile comunicazione e relazioni con i media, dopo aver curato per anni i corsi di formazione e seminari per i dirigenti in comunicazione, a partire dal 2003, e fino a quando la malattia glielo ha consentito si è recato sovente nei luoghi più “caldi” del mondo per portare il suo contributo in negoziati e mediazioni delicate sostenendo l’Ong nelle attività di comunicazione e relazioni con i media.
Il Presidente Ferpi, Patrizia Rutigliano, i componenti del Comitato esecutivo e del Consiglio Direttivo Nazionale, il Presidente dei Probiviri e i soci tutti si stringono alla famiglia ricordando le doti umani e professionali del caro Gianpaolo Gironda

COMMENTI

Eventi