Ferpi > News > aNobii: il social network per bibliofili

aNobii: il social network per bibliofili

05/02/2009

Una community di appassionati di lettura per una cultura partecipata del libro. Questo è aNobii, il sito nato per creare, scambiare ed esplorare liste di libri in un’ottica espressamente web 2.0.

La lettura è una passione personale, che si arricchisce di fascino e di consapevolezza se diventa un fatto sociale. Trasformandosi in cultura, magari collettiva e partecipativa se condivisa grazie a internet. È su queste basi che è nato aNobii, il social network dedicato ai libri che permette di trovare le proprie anime gemelle letterarie.


Con il semplice passaparola oggi gli utenti sono circa 100 mila in tutto il mondo, un terzo dei quali in Italia, con oltre due milioni di titoli commentati. Vista da Hong Kong, l’Italia è un Paese di grandi lettori, una delle realtà più vivaci per il social network, con grandi dibattiti sui singoli libri. (Una bella soddisfazione rispetto al luogo comune che identifica gli italiani come un popolo che non legge!)


“Siamo ben lontani dai numeri dei grandi social network, ma chi si connette su aNobii lo fa con scopi precisi. Il nostro obiettivo è connettere persone a partire dai libri, permettergli di mostrare il loro lato culturale e le emozioni nate fra le pagine. Questo è il vero valore di aNobii” – sono le parole di Greg Sung, 29 anni, cinese di Hong Kong e fondatore del sito.


L’idea che sta alla base è semplice: ci si iscrive, si crea il proprio scaffale virtuale con il codice Isbn e si è subito in conversazione. «Abbiamo costruito una comunità appassionata, un canale efficace di persone che non fanno in tempo a finire un libro che già sono in rete a raccontare emozioni” – continua il fondatore.


Le preferenze e i profili vengono affiancati sulla base delle affinità di gusti: un algoritmo scandaglia, infatti, titoli uguali letti e commentati, con giudizi simili. Attualmente il sito presnta dieci versioni ciascuna in una lingua diversa, e dalla homepage si può accedere anche al blog ufficiale.


Una curiosità sul nome: deriva dalle prime sillabe di un Anobium Punctatum



aNobii: http://www.anobii.com/anobi/anobii_home.php

COMMENTI

Eventi