Ferpi > News > Arte e Scienza in Piazza: a Bologna in mostra le Smart Cities

Arte e Scienza in Piazza: a Bologna in mostra le Smart Cities

23/01/2013

Una mostra per stimolare i visitatori alla ricerca di una maggiore consapevolezza delle possibilità che le città intelligenti offrono. Organizzata da _Hic ad Hoc,_ insieme ad _Amapola_ e a _ScienzAttiva,_ è in programma fino al 10 febbraio nel capoluogo emiliano.

Energie Intelligenti – Smart [People in smart] Cities, è il titolo della mostra dedicata alle Smart Cities che si svolge a Bologna, presso Palazzo Re Enzo, dal 19 gennaio al 10 febbraio, nell’ambito di Arte e Scienza in Piazza, la manifestazione che dal 2011 trasforma il centro storico della città in un Art Science Center dove – tra mostre, incontri, laboratori e spettacoli – si vive una nuova esperienza di conoscenza attraverso l’arte e la scienza.
La mostra, organizzata da Hic ad Hoc, insieme ad Amapola e a ScienzAttiva, è un’esposizione interattiva e multimediale che intende stimolare i visitatori alla ricerca di una maggiore consapevolezza delle possibilità che le città intelligenti offrono.
Il percorso della mostra è diviso in quattro sezioni, unite da un unico obiettivo: sperimentare la via italiana alle smart cities. Nel primo percorso, Energie e Tecnologie, si introduce il tema “raccontando” le energie fossili e quelle rinnovabili. La seconda sezione presenta I sei pilastri delle smart cities dove la smart city è vista come un insieme coordinato di interventi a favore della sostenibilità urbana. La terza è Smart People – Essere o non essere: alla ricerca dei protagonisti del cambiamento. Qui un gioco di ruolo permette di sperimentare cosa significa costruire una smart city provando a risolvere i problemi energetico-ambientali di una città. Il quarto percorso presenta il PAES – Piano d’Azione per l’Energia Sostenibile di Bologna.
Oltre a Hic ad Hoc, Amapola e ScienzAttiva, hanno collaborato al progetto la Fondazione Marino Golinelli e lo hanno sostenuto il Comune di Bologna e il Cesvi, mentre il Comune di Reggio Emilia ha contribuito con la concessione di un filmato.

COMMENTI

Eventi