/media/post/d879vus/libro.png
Ferpi > News > Ballando con l'Apocalisse

Ballando con l'Apocalisse

19/02/2020

Redazione

A dispetto del suo significato più comune di distruzione, Apocalisse vuol dire anche disvelamento, scoperta del nuovo. Fine del mondo, sì, ma per dare vita a un mondo nuovo. Un compito che secondo Fontana spetta, oggi più che mai, agli esseri umani, uniti per “incrociare i flussi” come gli acchiappafantasmi del celebre film.

Greta Thunberg che ci grida in faccia come stiamo distruggendo la nostra casa, il ghigno triste e arrabbiato del Joker che lampeggia nelle proteste di piazza di tutto il mondo, i grandi cambiamenti tecnologici e umani… 

L’Apocalisse ha molti messaggeri, al giorno d’oggi. È innegabile che nel mondo siano in atto trasformazioni epocali e molte sembrano talmente minacciose da far presagire la fine dei tempi. Ma la storia è piena di “apocalissi culturali”: ogni epoca ha vissuto la sua fine di un mondo, necessaria per far largo al futuro. In queste fasi di transizione non tutto però è perduto, basta saper cambiare stato di coscienza per gestire la nuova politica, la nuova economia, la nuova cultura, la nuova cittadinanza.

In un viaggio quasi allegorico fra gli scenari più caldi del mondo di oggi, Andrea Fontana riflette sulle complesse sfide e tematiche con cui l’attualità ci costringe a confrontarci, cercando di individuare come saranno i cittadini, le aziende, gli scenari del futuro. E quali sono le missioni che dovremo compiere nel nostro personale viaggio per traghettarci nel mondo di domani.


Ballando con l'Apocalisse
I nuovi cittadini, i nuovi brand, i nuovi mondi nell'era dei cambiamenti catastrofici
Andrea Fontana
ROI Edizioni, 2020
pp. 128, € 16,00

Articoli Correlati

COMMENTI

Eventi