/media/post/4l88zeg/ttg.jpeg
Ferpi > News > Be Confident: la parola fondamentale del turismo è fiducia

Be Confident: la parola fondamentale del turismo è fiducia

16/06/2021

Enrico Bellinelli

Be Confident» dice il claim della prossima edizione del TTG Travel Experience, il più grande marketplace italiano per il turismo. Tema centrale per un settore economico che valeva, prima della pandemia, il 13% del PIL italiano. Ora le persone ricominciano a viaggiare e chiedono e si aspettano fiducia, così come accade per le imprese: dai trasporti all’accoglienza. Filippo Nani ne ha parlato con Gloria Armiri e Paola Tournour, durante il CafFERPI dell'11 giugno.

Il turismo dice «fiducia». Gloria Armiri, group brand manager di Italian Exhibition Group, alla vigilia della 48ma edizione di TTG Travel Experience di Rimini e Paola Tournour, giornalista e docente con esperienza ventennale nel turismo, ospiti del CafFERPI di Ferpi Triveneto, raccontano il messaggio che passa attraverso il «Be Confident» che ispira la prossima edizione del più grande marketplace italiano del turismo, a Rimini, dal 13 al 15 ottobre prossimi. E che attorno alla parola Fiducia si lega all’edizione 2021 di InspiringPR dedicata per l’appunto al tema della fiducia.

Sostenibilità ambientale ed economica, qualità delle relazioni tra persone, la varietà e ricchezza delle destinazioni in Italia, i protocolli di sicurezza sanitaria che ci permetteranno, a breve, di tornare a viaggiare anche all’estero. Insomma, la fiducia si declina in molti modi: la sommatoria di questi elementi costituisce un ecosistema virtuoso in cui viviamo emozioni. «Buona parte della nostra vita è fatta di emozioni, i viaggi sono emozioni. Una chiave di lettura utile anche agli esperti di comunicazione. Turismo non è una voce singola, è territorio, città, negozi, persone, tanto che quel 13% di valore del settore sul PIL italiano forse è sottostimato. Occorrerebbe quasi una narrazione ad hoc per ogni luogo», sintetizza Gloria Armiri, group brand manager della divisione Tourism & Hospitality di IEG, e che in precedenza ha lavorato per compagnie aeree, occupandosi in particolare di sistemi di prenotazione aerei, e ha collaborato alla fase di start-up di Expedia Italia.

E nella fase di pausa pandemica, questo ecosistema in cui aver fiducia ha riposizionato il catalogo delle emozioni su un tipo di viaggio più attivo, in cui il contatto con la natura, la scelta di un ambiente sicuro da vivere in modo più ristretto, è una scelta precisa che era già stata intercettata qualche anno fa dal TTG Travel Experience.

«Il messaggio che vogliamo lanciare è uno sforzo comune, verso le persone, in particolare verso donne e giovani perché il turismo sia un modello di crescita sociale e culturale, non soltanto divertimento; uno sforzo rivolto all’ambiente, perché i trasporti siano sostenibili. Insomma, è un settore che sta cambiando molto, ne parliamo in fiera, luogo dove si progetta ciò che accadrà nei prossimi anni», aggiunge Paola Tournour, giornalista e docente, specializzata nel giornalismo turistico per il trade, sempre attenta osservatrice di nuove tendenze e sviluppo dei mercati esteri, coautrice dei volumi “Comunicare l’Impresa Turistica” e “Tecniche di Comunicazione” (Mondadori Education).

Qui l’incontro del CafFERPI.

 

 

 

 

COMMENTI

Eventi