Ferpi > News > Cattive compagnie

Cattive compagnie

28/03/2007

Chi peggio di Halliburton? Solo la Riaa. L'associazione dei discografici americani nominata peggiore società americana del 2007.

E' il blog The consumerist, specializzato nel denunciare le politiche dannose per i consumatori, ad aver realizzato la classifica delle peggiori companies americane del 2007. 15 round, 32 società nominate, 101.067 votanti: una ha stravinto. Trattasi della RIAA, l'associazione americana dei produttori discografici, fondata nel 1952; rappresenta l'industria discografica americana, ed è il gruppo autorizzato alla certificazione per gli albi d'oro e di platino. E' composta dalle cosiddette Big Five (BMG, EMI, Sony, Universal Music e Warner) che distribuiscono almeno il 95 % di tutti i CD a livello mondiale. Secondo The consumerist il significato di questa votazione è chiaro e testimonia quanto per internet sia importante la possibilità di scaricare musica illegalmente e quanto la RIAA - sempre al centro delle controversie sullo sviluppo del peer-to-peer, l'MP3 e la condivisione di file - sia vista come il gruppo che forma un cartello per gonfiare artificiosamente i prezzi dei CD. Tra le 32 aziende votate, che sono state messe a confronto nelle 15 eliminatorie, anche Exxon e Walmart, Sony e Clear Channel, United Airlines e Bank of America.
The consumerist assegna anche il premio (un escremento d'oro) per il Flog (fake blog) dell'anno che per il 2006 è stato assegnato alla Sony.
N.C.

COMMENTI

Eventi