/media/post/487p4g9/compilation-day-796x512.jpg
Ferpi > News > Compilation Day: Piemonte e Toscana si raccontano

Compilation Day: Piemonte e Toscana si raccontano

08/06/2017

Al via i primi appuntamenti con il Compilation Day. Il 29 maggio in Piemonte e il 30 in Toscana i primi due incontri dedicati al questionario per misurare le esigenze dei soci e tracciare il nuovo modello associativo. Abbiamo raccolto le opinioni di alcuni di coloro che hanno partecipato alle due giornate.

"Lunedì 29 maggio si è tenuto a Torino il Compilation Day, al quale ha partecipato anche il Presidente Pier Donato Vercellone. È stata un’occasione importante di confronto con numerosi partecipanti; partendo dall’importanza della compilazione del questionario Ferpi sei tu! per creare un data base completo ed aggiornato delle nostre professionalità, si sono riscoperti e rivalutati i valori che sono alla base della nostra associazione e rinsaldate collaborazioni fondamentali per raggiungere gli obiettivi comuni. Il valore della nostra professione deve essere reso più immediato presso i vari interlocutori, dai giovani studenti professionisti di domani al variegato pubblico di fruitori composto da Clienti, Istituzioni, Direttori HR: i professionisti delle Relazioni Pubbliche & della Comunicazione svolgono un’attività complessa dove, oltre alla creatività, sono indispensabili conoscenze multidisciplinari, capacità di  misurazione e rendicontazione, l’applicazione di metodi e strumenti specifici. #proudtobeferpi… for ever!"


Liliana Malipensa, Ferpi Piemonte e Valle d'Aosta


"Giornate infernali tra lavoro e impegni familiari, ma cosa esattamente potrebbe fare per me Ferpi se non riesco a trasmettere le mie esigenze, e perché no anche le perplessità? Quindi poche storie: sbarrata un'ora sull'agenda da dedicare a me, alla mia formazione e alla mia Federazione!"

Irene Picilli, Ferpi Toscana


"Alla fine ce l’abbiamo fatta. Tutti stra-impegnati. Tutti presissimi, chi nei Castelli, chi nelle Campagne (quelle vere a girare alcuni set per i loro clienti), qualche malato, anche una mamma in attesa, molte ferie (beati loro)! Tutti sparsi per la regione e in faccende varie affaccendati, un territorio non immenso ma impegnativo. La Toscana, si sa, è fatta a suo modo, e così i toscani, ma è tosta, risponde sempre ed è sempre in prima linea ma c’è e anche noi abbiamo dato il nostro contributo. Non potendo riunirci in uno stesso luogo.. ci siamo attrezzati e in conference call ci siamo collegati lo stesso. Non appuntamenti ‘altri’, ma concentrati sulla ‘cosa’. I pochi che c’erano in contemporanea.. oltre a lavorare assieme hanno avuto l’occasione di confrontarsi e utilizzare questo momento per sentirsi parte di un gruppo in ogni modo. Gli altri… sono stati eccezionali!  In coda, o in anticipo a seconda delle disponibilità… si sono attrezzati e la cosa più bella? Pur lavorando da soli, lo hanno quanto meno voluto condividere con me. Bah, non poca cosa! Insomma, noi ci siamo e per chi vuole esserci, basta davvero poco. Una testimonianza di appartenenza, un po’ di buona volontà. 5 minuti o un po’ di più se si ha voglia di dirsi anche altre cose... non guasta mai. Perché non è uno sforzo, ma un contributo prima di tutti a noi stessi, un diritto e un dovere per noi e per Ferpi. Insomma il nostro lo abbiamo fatto, per noi e per Ferpi, perché esserci è fare la differenza, perchè la Ferpi sei Tu! e tu, cosa aspetti?!?"

Letizia Pini, Ferpi Toscana



[video width="480" height="848" mp4="http://www.ferpi.it/wp-content/uploads/2017/06/CDCA9344_CLIPCHAMP_keep.mp4"][/video]


Daniele Salvaggio, Ferpi Piemonte e Valle d'Aosta

COMMENTI

Eventi