/media/post/bts7ufz/job.jpg
Ferpi > News > Digital Transformation: un futuro pieno di opportunità per i comunicatori

Digital Transformation: un futuro pieno di opportunità per i comunicatori

10/04/2019

Redazione

Nell’era digitale, lo scenario delle professioni è in continua evoluzione. Digital Coach, scuola specializzata sulla certificazione delle nuove professioni digitali, ha svolto una ricerca sfruttando le informazioni presenti nel suo portale dedicato alle offerte di lavoro digitali, tratteggiando una panoramica delle opportunità per i comunicatori.

Siamo nell'era digitale, in un ambiente che cambia e viene costantemente aggiornato. Questo fa in modo che le aziende siano costrette a innovare ed evolversi per non perdersi nel tempo e divenire un'azienda digitale.

Che tale trasformazione sia una realtà latente nella maggior parte delle aziende è indiscutibile. Recentemente Digital Coach, scuola specializzata sulla certificazione delle nuove professioni digitali, ha svolto una ricerca sfruttando le informazioni presenti nel suo portale dedicato alle offerte di lavoro digitali.

Di solito non si dà niente per scontato senza fornire dati per giustificarlo, ecco perché ci siamo presi il tempo di indagare su come le aziende italiane si occupano di digital transformation grazie ai dati che ci sono stati forniti.

Sulla base di 564 proposte pubblicate nell’ultimo anno, oltre 200 sono di aziende tradizionali, più di 150 di web agency, circa 60 di agenzie di comunicazione e poco più di 40 di società di recruitment. Si è riscontrato che tutte sono alla ricerca di figure in grado di gestire ed elaborare strategie di comunicazione e marketing attraverso web e social media.

Dal 2015 a oggi possiamo vedere la crescita enorme delle ricerche che riguardano il manager e gli specialist rappresenta un totale di 463 offerte di lavoro, segue con 430 il social media manager, 206 il SEO specialist, 203 il web marketing specialist, 136 il SEM o PCC specialist, 113 il web marketing manager, 205 il e-commerce specialist o manager, 95 il web analyst, 105 il web content e copywriter, 72 i professionisti della user experience, 87 il digital/web project manager.

Una delle informazioni più interessanti ricavata dalla ricerca di Digital Coach è che nello spaccato inerente i servizi, il maggiore numero di offerte di lavoro arrivano da aziende che si occupano di B2B. Questo a conferma del fatto che ci sono agenzie specializzate che offrono servizi digitali per ottenere una “trasformazione” aziendale.

Un altro dato interessante è quello relativo alla dimensione di queste aziende che hanno utilizzato il portale Digital Jobs per la ricerca di nuovi professionisti: oltre il 52,6% delle offerte sono state pubblicate dalle piccole imprese, il 30,3% è attribuibile a medie imprese, mentre il 17,1% riguardano a grandi aziende con oltre 1000 dipendenti.

Se guardiamo il profilo geografico ci fa capire dov’è il nucleo della digitalizzazione in Italia: l’80% delle offerte di lavoro per professionisti digitali vede Milano come la città in piena digitalizzazione, segue Roma con il 15%, poi Torino, Bologna, Treviso, Padova, Firenze, Napoli, Reggio Emilia, Bergamo, Vicenza, Brescia e Bari, dove si concentrano solo il restante 5%.

Con questi risultati possiamo capire che le professioni digitali stanno guadagnando posizioni grazie al rapido sviluppo della tecnologia e alla necessità per le aziende di avere professionisti specializzati che possano essere in grado di gestire la comunicazione e il marketing della impresa internamente o supervisionando il lavoro svolto dei professionisti esterni.

Per sostenere l'incursione nel mondo digitale è necessario che le aziende abbiano professionisti adeguati, quindi formare una buona squadra tecnica è una priorità, tuttavia, trovare questo talento può essere complesso.

COMMENTI

Eventi