/media/post/rghscd5/teatro-parioli-processo-einstein-chicco-testa-bonaccorti_2-796x512.jpg
Ferpi > News > Einstein a processo nella Giornata della Memoria

Einstein a processo nella Giornata della Memoria

29/01/2016

In occasione della Giornata della Memoria, lo scorso 27 gennaio a Roma, anche Ferpi ha dato il suo contributo: al Teatro Parioli è andato in scena un nuovo appuntamento con “Incontri con la storia”, ciclo di rappresentazioni che vede in ognuna protagonista un personaggio storico messo “sotto processo”.  Il format, ideato da Elisa Greco, Delegato Ferpi Cultura, ha visto al centro dell’ultimo spettacolo un inedito Albert Einstein, a cento anni dalla formulazione della teoria della relatività generale. Tra i testimoni anche il Past President Ferpi, Gianluca Comin.

 

Era il 27 gennaio del 1945, quando le truppe sovietiche della Sessantesima Armata del Primo Fronte Ucraino facevano il loro ingresso nella città polacca di Oswiecim, scoprendo l’esistenza di Auschwitz. Fu attraverso i racconti dei sopravvissuti che tutto l’orrore del genocidio nazista venne alla luce. E, ancora oggi, sono le parole di quei sopravvissuti, ogni anno sempre meno, a mantenere vivo il ricordo di quello che non deve essere dimenticato. In occasione della Giornata della Memoria, in tutto il mondo, sono numerose le iniziative in onore di chi ha perso la vita nell’Olocausto.

Lo scorso 27 gennaio a Roma, anche Ferpi ha dato il suo contributo: al Teatro Parioli è andato in scena un nuovo appuntamento con “Incontri con la storia”, ciclo di rappresentazioni che vede in ognuna protagonista un personaggio storico messo “sotto processo”.  Il format, ideato da Elisa Greco, Delegato Ferpi Cultura, ha visto al centro dell’ultimo spettacolo un inedito Albert Einstein, a cento anni dalla formulazione della teoria della relatività generale. Tra i testimoni anche il Past President Ferpi, Gianluca Comin.






 

“La scelta di processare Albert Einstein a cento anni dalla formulazione della teoria della relatività generale nasce dalla volontà di esplorarne le passioni, le scelte che ne hanno determinato la vita, il ruolo sostenuto prima e durante la seconda guerra mondiale fino ad arrivare al Manifesto Russell-Einstein e al Nobel per la pace del 1955”. A parlare è Elisa Greco, ideatrice del format Processi alla Storia in scena al Teatro Parioli. Protagonisti, appunto, personaggi storici: da Winston Churchill Margaret Thatcher fino ad arrivare a Tony BlairErasmo da Rotterdam e Lucrezia Borgia.

Nella serata di ieri a essere processato è stato, appunto, lo scienziato premio Nobel Albert Einstein, interpretato da Chicco Testa, presidente Assoelettrica. Chiamata a testimoniare la giornalista Enrica Bonaccorti nei panni di Marie Curie, poi Gianluca Comin, fondatore della Comin&Partners nelle vesti dell’allievo e scienziato austriaco Philipp Franke il direttore generale del Museo Nazionale della Scienza e della Tecnologia, Fiorenzo Galli nel ruolo del filosofo Bertrand Russell.

A presiedere la Corte, invece, Umberto Del Basso De Caro, sottosegretario del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti; pubblico ministero Valerio Rossi Albertini, fisico del CNR, professore di Scienza dei Materiali alla Università La Sapienza, e la difesa affidata al Francesco Paolo Sisto, membro della commissione Affari costituzionali della Camera dei Deputati.

 

Pubblicato anche su Formiche

COMMENTI

Eventi