Ferpi > News > Euprera: lo stato della professione in Europa

Euprera: lo stato della professione in Europa

04/10/2012

Un workshop, in programma il prossimo 8 ottobre presso l’Università IULM a Milano, dedicato alla presentazione delle principali tendenze emerse dall’ultimo _European Communication Monitor,_ l’indagine di _Euprera_ sullo stato e sull’evoluzione delle Rp in Europa. I risultati delle riflessioni svolte durante il workshop verranno confrontati con quelli di Francia, Germania, UK e Spagna e condivisi tra tutti i partecipanti dei diversi paesi.

La funzione e la professione delle relazioni pubbliche stanno cambiando, è anche molto rapidamente. Lo European Communication Monitor, la più ampia ricerca sulle Rp e la comunicazione d’impresa realizzata in Europa, disegna uno scenario nuovo. Condotta da 11 università (capofila l’ Università di Leipzig) e realizzata con il sostegno di Euprera e EACD (European Association of Communication Directors) e sponsorizzata da Ketchum Pleon, si basa sulle risposte di oltre 2.200 professionisti della comunicazione provenienti da 42 paesi diversi. Insomma è uno degli studi più attendibili sugli scenari attuali e le tendenze evolutive delle relazioni pubbliche.
Polifonia di voci, problematiche etico-professionali, sfida digitale e gestione dei social media, integrazione del top management nelle strategie di comunicazione: queste le principali tendenze emerse, che orienteranno il futuro della comunicazione nelle organizzazioni e che saranno oggetto di riflessione e confronto tra discussant e pubblico, a Milano, lunedì 8 ottobre, dalle ore 17 alle 19, presso l’ Università Iulm (Aula Seminari – via Carlo Bo, 1) durante il workshop European Communication Expert Panel, nel quale verranno presentati in anteprima i risultati dell’ECM.
Il workshop verrà aperto dal prof. Giovanni Puglisi, Rettore dell’Università Iulm, e introdotto da Andrea Cornelli, CEO di Ketchum Pleon Italia. Dopo la relazione di Emanuele Invernizzi, ordinario dell’Università Iulm e Past President di Euprera, interverranno:

Walter Bruno – Humanitas
Elena Cannataro – Gruppo Generali
Luigi Caricato – Gruppo BTicino
Roberta Cocco – Microsoft Italia
Giuseppe Costa – Regione Lombardia
Simona D’Altorio – Metro
Carlo Fornaro – Past Telecom Italia
Dario Francolino – Roche Italia
Gabriella Gemo – Intesa Sanpaolo
Birgit Mayr – BLS
Paoul Romoli Venturi – Ferrero
Stefania Rausa – Edenred
Daniele Rosa – Bayer
David Rossi – Banca MPS
Alessandra Scotton – Gruppo Generali
Sergio Tonfi – Philips

I discussant rifletterannoi insieme sulle cinque principali tendenze emerse dalla ricerca e sull’impatto che esse potranno avere sul futuro della comunicazione: dalla polifonia di voci delle organizzazioni ai temi chiave etico-professionali, alle sfide poste dall’evoluzione digitale alla leadership.
I risultati delle riflessioni svolte durante il workshop verranno confrontati con quelli di altri quattro workshop che si terranno contemporaneamente in Francia, Germania, UK e Spagna, elaborati e poi condivisi tra tutti i partecipanti ai workshop nei diversi paesi.

COMMENTI

Eventi