Ferpi > News > Ferpi: al via il progetto Dedalo

Ferpi: al via il progetto Dedalo

25/07/2014

Dare sempre più risposte alle esigenze, non solo informative, dei soci, attraverso azioni e strumenti mirati che proseguano nel tempo e diano contezza della loro efficacia: questo l’obiettivo, esplicitato lo scorso 1° luglio dal Consiglio Direttivo nell’Assemblea di Roma, che ora si concretizza in _Dedalo,_ progetto curato da _Amanda Succi_ e _Massimo Alesii._ Fino al 31 agosto è possibile rispondere al questionario realizzato da Lorien Consulting, prima fase del programma.

Dando seguito a quanto annunciato lo scorso 1° luglio in Assemblea, prende il via il progetto di comunicazione interna curato dai consiglieri Amanda Succi, vicepresidente con delega apposita, e Massimo Alesii, delegato Osservatorio stakeholder relationship.
L’iniziativa rientra nel percorso di un sempre maggior coinvolgimento dei soci in tutte le attività della Federazione, a livello centrale e non solo territoriale, contenuto nel documento programmatico 2013-2016, in continuità con la fase di ascolto avviata nei mesi precedenti e culminata con Ferpi Talk a Bologna e le proposte di Ferpi Domani.
L’obiettivo del Consiglio Nazionale è quello di dare sempre più concretezza e risposte ai bisogni e alle esigenze, non solo informative, dei soci, attraverso azioni e strumenti mirati e personalizzati, che proseguano nel tempo e diano contezza della loro efficacia.
Grazie al lavoro svolto nell’ultimo anno e mezzo dalla consigliera Rossella Sobrero, il progetto, denominato Dedalo , si svolge in collaborazione con l’istituto di ricerche Lorien Consulting, che in passato aveva condotto per Ferpi la prima indagine sulla responsabilità sociale.
Dedalo prevede quattro momenti di ascolto, distribuiti nell’arco di un anno a partire da adesso.
Il primo momento riguarda la compilazione del questionario online, predisposto appunto con Lorien Consulting. E’ di facile e agevole compilazione e non occuperà più di qualche minuto. L’idea è di chiudere questa fase già il 31 agosto che consentirà di avere una piccola fotografia, una mappatura della Federazione, oltre ad acquisire una conoscenza più approfondita e analitica della struttura associativa e del pensiero dei soci sul futuro della professione.
La seconda fase si svolgerà tra settembre e dicembre 2014 e si tratterà di un’azione di ascolto qualitativo attraverso incontri e focus group organizzati sul territorio con il coordinamento del consigliere delegato, Mariapaola La Caria. Sarà un’azione a tutto campo, che riguarderà la Legge 4/2013, l’iscrizione di Ferpi nel registro del Ministero dello Sviluppo Economico, la storia delle relazioni pubbliche nelle diverse regioni, le relazioni con gli stakeholders e le opportunità di networking, solo per citare qualche tematica.
A gennaio 2015 è previsto l’invio di un nuovo questionario quantitativo redatto con Lorien Consulting, mentre fra febbraio e maggio 2015 verrà completata la fase di ascolto qualitativo.
Il progetto, come si vede anche dal numero di colleghi coinvolti, è articolato e impegnativo. Ora, la buona riuscita, inutile dirlo, dipende dalla partecipazione di tutti. Amanda Succi e Massimo Alesii non mancheranno di far pervenire per tempo tutte le necessarie indicazioni, a cominciare già dalla prossima newsletter.
Per ulteriori informazioni e per ricevere il link al questionario, info@ferpi.it.

COMMENTI

Eventi