Ferpi > News > FERPI premia il 'Comunicatore dell'anno' al Premio Ischia

FERPI premia il 'Comunicatore dell'anno' al Premio Ischia

03/06/2009

Il Premio Ischia Internazionale di Giornalismo, raccogliendo le nuove sfide professionali si apre al mondo della comunicazione e da quest’anno assegnerà un premio al “comunicatore dell’anno”. La Fondazione Valentino che promuove e gestisce il premio ha fortemente voluto che la sezione “comunicazione” del Premio fosse organizzata in collaborazione con la Ferpi.

Tradizionale appuntamento annuale che premia i migliori giornalisti della stampa italiana e internazionale distintisi per la loro professionalità e deontologia, il Premio Ischia apre le porte alle professioni della comunicazione candidandosi a diventare uno spazio di incontro e confronto nazionale sul rapporto giornalisti-relatori pubblici.


Queste le ragioni che hanno spinto la Fondazione Giuseppe Valentino, in occasione della trentesima edizione, a rinnovare giuria e format. Il nuovo progetto sarà particolarmente sensibile al mondo dei giovani ed ai fenomeni della comunicazione connessi alle nuove tecnologie. Saranno assegnati riconoscimenti anche ai professionisti della comunicazione con l’istituzione del premio “comunicatore dell’anno”.
La sezione “comunicazione” del Premio Ischia Internazionale di Giornalismo sarà organizzata in collaborazione con la Ferpi, la più antica e rappresentativa associazione professionale di categoria dei comunicatori d’impresa.


Il Premio al Comunicatore dell’anno


La comunicazione di un’organizzazione complessa, sia essa un’impresa, un ente pubblico o un’organizzazione sociale, non può essere ricondotta ad una singola attività ma è sempre più il frutto, il risultato, di una strategia complessa che vede coinvolte diverse professionalità espressioni di differenti funzioni di comunicazione aziendali: relazioni con i media, eventi, pubblicità, advertising, relazioni pubbliche.


E’ difficile individuare “un comunicatore dell’anno” senza ricondurlo all’organizzazione per la quale lavora e alle attività da essa sviluppate. A questo proposito si è ipotizzato di premiare il “comunicatore dell’anno” valutando le attività di comunicazione corporate o di funzione sviluppate dall’organizzazione riconducibili al professionista, interno all’organizzazione, consulente di agenzia o free lance.


Quest’anno saranno prese in esame le attività di comunicazione delle organizzazioni dal prossimo anno il premio potrebbe essere esteso anche alle pratiche internazionali.


Il premio “Comunicatore dell’anno” sarà attribuito, dunque, ad un professionista da cui dipende o a cui è riconducibile l’attività di comunicazione di un’organizzazione privata (impresa), pubblica (enti e istituzioni) o sociale (ong, no profit, associazioni di categoria).
Sarà attributo un premio “comunicatore dell’anno” in ognuna di queste tre categorie e, dunque, saranno attribuiti tre premi “comunicatore dell’anno”: ad un comunicatore d’impresa, ad un comunicatore pubblico e a un comunicatore di una organizzazione sociale no profit.


La valutazione


Per questa prima edizione l’assegnazione del premio al “comunicatore dell’anno” sarà il risultato della valutazione delle attività di comunicazione sviluppate da organizzazioni complesse o da singoli individui e sarà attribuito da una giuria tecnica.


La giuria tecnica sarà composta da giornalisti, opinion leader di settore e comunicatori. Dal prossimo anno alla giuria tecnica sarà affiancata una consultazione pubblica che vedrà la presenza attiva degli studenti dei corsi di laurea in Scienze della Comunicazione. La consultazione pubblica sarà sviluppata anche attraverso il web, inizialmente tramite il sito Ferpi e su siti di settore e/o partner, come le università che collaborano al Premio.


La giuria tecnica, presieduta dal presidente Ferpi Gianluca Comin, è composta da giornalisti, da comunicatori, e da esponenti della ricerca sociale e del mondo accademico tra cui il direttore di Italia Oggi, Franco BechisOrazio Carabini, giornalista de Il Sole 24 Ore, il direttore de Il Mondo Enrico Romagna Manoja, il condirettore di Economy Maurizio Tortorella, Sarah Varetto di SkyTg24 economia.
E poi i professori Mario Morcellini e Lucio D’Alessandro, il vicepresidente dell’Istituto Piepoli Vittorio Nola, Silvia De Blasio di Vodafone Italia, Gennaro Guida di Autostrade Meridionali, Alessandro Masi della Società Dante Alighieri. Coordinatore della sezione “comunicazione” è Andrea Zagami.



Informazioni su www.premioischia.it

COMMENTI

Eventi