/media/post/fhhtfcl/2.jpg
Ferpi > News > Ferpi: si arrichisce l’offerta formativa

Ferpi: si arrichisce l’offerta formativa

13/11/2018

Redazione

Proseguono i corsi: ben tre nelle prossime settimane e tanti nuovi appuntamenti a calendario per il 2019.

Nei prossimi giorni saranno diversi i corsi e seminari che Ferpi offrirà.  Altri, invece, sono già in programma per gennaio 2019. Entro la fine del mese in corso sarà possibile assistere alle seguenti Giornate formative: “Media Intelligence” (Basic) a cura di Alessandro Cederle; “Food, Wine & Co. - The Italian Food Experience ” a cura di Simonetta Pattuglia e Paola Cambria; “La partecipazione ai programmi europei per aziende e liberi professionisti: opportunità, strumenti, esperienze” a cura di Alessandra Fornaci e Raffaele Paciello.

Successivamente, a partire già da dicembre, l'offerta continua con: "Media Intelligence" (Advanced) a cura di Alessandro Cederle; “Direttiva sulla privacy: impatti nella comunicazione per imprese e PA” a cura di Fabiana Callai; “La Comunicazione delle Organizzazioni Non Governative” a cura di Letizia Di Tommaso e Marzia Masiello in collaborazione con il Forum del Terzo settore; “Comunicazione e Fundraising” a cura di Giulia Pigliucci e Letizia Di Tommaso in collaborazione con ASSIF-Associazione Fundraisers; “Nuovi linguaggi della comunicazione politica” a cura di Simonetta Pattuglia e Antonio Iannamorelli.

Il primo appuntamento in arrivo è dedicato alla “Media Intelligence”, a cura di Alessandro Cederle, Responsabile Monitoring dell’Eco della Stampa. Il Corso si terrà a Milano e occuperà due Giornate: il 19 novembre per il livello Basic e il 10 dicembre per quello Advanced. In entrambe gli appuntamenti, dopo un’introduzione di Alessandro Cederle sullo scenario attuale e futuro del sistema dei media tradizionali e i cambiamenti in atto, interverranno alcuni professionisti dell’Eco della Stampa: Matteo Preda, Responsabile Customer Help, Pietro Biglia, Marketing e Comunicazione e Federica Marini, Responsabile Analisi.

Si intendono fornire delle competenze basilari sui servizi tradizionali e sugli strumenti fondamentali di media intelligence. Si vuole inoltre trasmettere l’importanza dell’integrazione tra le fonti – la stampa, i social, il sistema radiotelevisivo e il web – e gli insight, che offrono un orientamento all’interno dei numerosi contenuti disponibili. È dunque essenziale sviluppare delle capacità strategiche di analisi e misurazione per comprendere e gestire la reputazione aziendale.

I destinatari del corso sono i professionisti junior che desiderano intraprendere una carriera all’interno delle PR, ma anche il personale senior, al fine di ampliare e affinare le proprie conoscenze sulla tematica della media intelligence.

Nei giorni 22 e 23 novembre, a Roma, presso gli Studi di Cinecittà, torna “Food Wine & Co. The Italian Food Experience”. Il 24 novembre, il seminario si sposterà a Fiera di Roma, presso Mercato Mediterraneo – Fiera dei prodotti agroalimentari del Mediterraneo; è organizzato dal Master in Economia e Gestione della Comunicazione e dei Media dell’Università di Roma Tor Vergata, in collaborazione con Cinecittà Studios, Mercato Mediterraneo e Alice TV, e con il patrocinio di Ferpi e Ansa.

“Food Wine & Co.” nasce da un'idea di Simonetta Pattuglia, Docente di Marketing, Comunicazione, Media e Direttore del Master, che ne è curatore insieme a Paola Cambria, giornalista e sommelier, Direttore Comunicazione e Immagine di CIA-Agricoltori Italia. Sono partners dell'evento Ega Worldwide Congresses & Events, CIA – Agricoltori Italiani, Acqua Filette, Alce Nero, ALET – Associazione Laureati Economia Tor Vergata, Alfio Neri, Birra del Borgo, Casata Mergè e Istituto Marchigiano di Tutela Vini.

Attraverso 6 Master Class tenute da più di 30 relatori professionisti del settore del food & beverage - alle quali è possibile iscriversi anche singolarmente - verranno offerti degli approfondimenti su numerosi temi: “La cultura della materia prima”, “Una cucina più democratica”, “Vivere e mangiare all’italiana”, “Experience nello Stivale I”, “Experience nello Stivale II”, “Experience del settore in giro per il mondo”.

Attraverso attente strategie di comunicazione e marketing riassunte nel concetto di experience, ci saranno dibattiti e discussioni riguardo le eccellenze enogastronomiche, le tradizioni, i luoghi, la cultura e l'innovazione italiani; il tutto si alternerà a degustazioni, laboratori, show-cooking e alla visita a “Cinecittà Si Mostra” (Studios e Area museale).

Il 24 novembre, per concludere le tre Giornate formative , in partnership con Mercato Mediterraneo – Fiera dei prodotti agroalimentari del Mediterraneo, vi sarà una Tavola Rotonda incentrata sul tema “Marketing e Comunicazioni innovative per i prodotti agroalimentari: nuove rotte culturali nel e per il Mediterraneo?”. All’incontro – moderato da Simonetta Pattuglia – interverranno autorevoli ospiti nazionali e internazionali, tra cui Pierdonato Vercellone, Presidente Ferpi, Daniela Puglielli, Accent Public Relations Boston e organizzatore Mediterranean Diet Roundtable Yale University e Corrado Azzolini, Direttore editoriale di Al.ma Media.

Luogo destinato a dibattiti, assaggi, esperienze e incontri con esperti del settore è invece “Generazione Olio”, area exhibit dedicata all’Olio Extra Vergine di Oliva organizzata nell’ambito di Mercato Mediterraneo dalle studentesse del Master Doriana Guarino e Alessia Saraceno, insieme all’Associazione Olivicoltori.

Destinatari sono i giovani che desiderano sviluppare consapevolezza e competenze su numerosi aspetti relativi alla nostra alimentazione.

Per iscriversi a Generazione Olio, scrivere a: guarinodoriana88@gmail.com e alessias219@gmail.com

Sempre a Roma si terrà il corso di formazione “La partecipazione ai programmi europei per aziende e liberi professionisti: opportunità, strumenti, esperienze”, che sarà articolato in due giornate, frequentabili anche separatamente: la prima il 26 novembre presso la Sede della Rappresentanza in Italia della Commissione Europea, la seconda il 27 novembre presso la Sala Corsi Agenzia per Promozione della Ricerca Europea – APRE.

Il corso è a cura di Alessandra Fornaci, Relazioni esterne E.P. Progetti innovativi di comunicazione e comunità di utenti INPS e segretario Ferpi-CASP, e Raffaele Paciello, Delegato nazionale Open Government e Rapporti PA Ferpi, in collaborazione con la Rappresentanza in Italia della Commissione europea, Apre, esponenti di Programmi Operativi e Autorità di Gestione nazionali e regionali, Commissione europea DG-Regio.

Obiettivo del corso è offrire una panoramica sulle opportunità, i vincoli e le strategie utili che professionisti delle pubbliche relazioni e della comunicazione possono trovare nei Programmi cofinanziati dall’Unione europea. Oltre ad offrire una panoramica di tali Programmi cofinanziati sia a gestione indiretta che diretta, il corso si propone di illustrare i diversi meccanismi di gestione e partecipazione previsti, assumendo il punto di vista del libero professionista di RP, e suggerire strategie per cogliere le opportunità offerte; gli interventi saranno supportati da casi ed esperienze utili a individuare e cogliere opportunità di collaborazione nei suddetti ambiti.

Infine, nei giorni 25 e 26 gennaio 2019, il corso “Nuovi linguaggi della Comunicazione politica” a cura di Antonio Iannamorelli, Direttore Operativo Reti, e Simonetta Pattuglia, Presidente CASP-Ferpi, Docente di Marketing Comunicazione e Media, Direttore Master in Economia e Gestione della Comunicazione e dei Media. Gli ospiti e i relatori che si alterneranno durante la Giornata sono professionisti del mondo della politica, del marketing politico-istituzionale e della comunicazione.

Il corso intende approfondire il tema delle istanze comunicative della “nuova politica”. Definire la comunicazione politica non è semplice, tante sono le definizioni che se ne danno, prima tra tutte quella del sociologo Wolton, che la descrive come “lo spazio dove tre attori – uomini politici, giornalisti e opinione pubblica – che hanno la legittimità di esprimersi pubblicamente sulla politica, si scambiano discorsi contraddittori”.

Il terreno di incontro di questi tre attori sta cambiando e oggi, secondo il modello pubblicistico-dialogico, la comunicazione politica è sempre più mediatizzata: l’azione dei media e dei social media va infatti ad aggiungersi alle azioni reciproche di politici, organizzazioni e opinione pubblica, mentre i giornalisti e i content creator contribuiscono a co-crearla. Ad assumere un ruolo di maggiore importanza sono quindi i cittadini e gli utenti.

Al contrario, secondo il modello mediatico sono i media l’attore principale, in quanto spazio fondamentale di comunicazione e confronto per pubblici ed elettori. Tale spazio è anche punto di contatto tra politici e cittadini, i quali hanno anche altri strumenti per esprimere la propria opinione: lettere, manifestazioni di protesta, social network, leggi di iniziativa popolare, sondaggi e soprattutto il voto.

Oltre al corso, il 25 gennaio verrà messo a disposizione di relatori, partecipanti e ospiti uno spazio per attività di networking durante un P.R. dinner dedicato.

Destinatari del corso di formazione sono professionisti e consulenti della comunicazione e delle relazioni pubbliche, appartenenti a organizzazioni sia profit sia non-profit, al settore privato e pubblico, studenti e laureandi in materie inerenti al corso.

Per informazioni più dettagliate: casp@ferpi.it

 

 

 

COMMENTI

Eventi