/media/post/b4zqcur/FOOD-PEOPLE_2-796x512.jpg
Ferpi > News > #FoodPeople. La mostra per chi ha fame di innovazione

#FoodPeople. La mostra per chi ha fame di innovazione

22/04/2015

Una grande esposizione, organizzata dal Museo Nazionale della Scienza e della Tecnologia di Milano, dedicata ai cambiamenti che hanno segnato il nostro modo di mangiare e alle prospettive future del sistema alimentare. In occasione dell’inaugurazione, mercoledì 22 aprile, Open night gratuita del Museo.





#FoodPeople. La mostra per chi ha fame di innovazione
, una grande esposizione dedicata ai cambiamenti che hanno segnato il nostro modo di mangiare e alle prospettive future del sistema alimentare verrà inaugurata mercoledì 22 aprile al Museo Nazionale della Scienza e della Tecnologia di Milano.




La mostra è progettata e realizzata dal Museo con il contributo di Fondazione Cariplo; partner istituzionale Regione Lombardia – Direzione Agricoltura; main partner Valagro; partner BASF,GRANAROLO, Air Liquide Italia, SAME DEUTZ-FAHR, SAMMONTANA, Image Line, Netafim e con il supporto di YAKULT, Federazione ANIMA, Epta, Riello.

In quest’occasione, mercoledì 22 il Museo apre gratuitamente le sue porte con un’Open Night dalle 18 alle 23, offrendo visite e attività nei suoi laboratori.

La mostra resterà aperta dal 23 aprile fino alla fine del 2015 e sarà visitabile negli orari e con il biglietto del Museo.

In #FoodPeople. La mostra per chi ha fame di innovazione sono protagoniste le persone: ciascuno di noi nella sua relazione con il cibo, i professionisti della produzione agroalimentare, ricercatori ed esperti del settore, ragazzi e adulti coinvolti nella progettazione dell’esposizione.

Condivisione, cambiamento, relazioni e tecnologia sono le chiavi di lettura attraverso cui il Museo legge il tema di Expo 2015.

La mostra mette in evidenza l’importanza che le innovazioni scientifiche e tecnologiche rivestono all’interno del settore agroalimentare e quindinella vita quotidiana.

Oltre 700 mq dedicati a tutti, in cui provare a guardare con occhi diversi oggetti e tecnologie che fanno ormai parte del nostro quotidiano, interrogarci sulla nostra relazione con il sistema alimentare, scoprire cosa succede all’interno delle industrie che producono il nostro cibo, stupirsi di fronte a quanto innovativa sappia essere oggi l’agricoltura, gettare uno sguardo sul futuro ed esplorare in prima persona tanti temi appassionanti nei tre laboratori interattivi dedicati a Alimentazione, Biotecnologie e Genetica.

Tanti personaggi, rappresentati in foto o in video su quinte che caratterizzano l’allestimento, accompagnano con le loro storie i visitatori in due percorsi complementari. Il primo ripercorre alcune delle principali innovazioni scientifico-tecnologiche che hanno attraversato il settore agroalimentare e le sue attività negli ultimi 150 anni. Il secondo permette di confrontarsi con scenari e prospettive sul futuro del cibo a partire da domande spontanee in tutti noi che esperti da diversi settori aiutano a mettere a fuoco.

In #FoodPeople per la prima volta è stato introdotto un approccio definito co-curating basato sul lavoro congiunto di progettazione e realizzazione tra staff del Museo e gruppi di visitatori, in particolare adolescenti e adulti, italiani e stranieri.

Mercoledì 22 aprile dalle 18 alle 23 , in occasione dell’inaugurazione di #FoodPeople, il Museo organizza un’Open night gratuita per offrire alla città una visita in anteprima. Quella sera apriranno, nella loro veste rinnovata, anche i tre laboratori Alimentazione, Biotecnologie e Genetica, con attività per immaginare e preparare il cibo del futuro, fare un’indagine su frutti e fiori commestibili o scoprire quanto possono essere buoni e utili muffe e batteri nella produzione alimentare. Nella Tinkering Zone si potranno comporre suoni digitali utilizzando frutta e verdura.

Il pubblico inoltre potrà visitare liberamente tutto il Museo, dal Padiglione Monumentale, al Ferroviario, all’Aeronavale, dove è esposto il catamarano Luna Rossa. I primi 300 visitatori potranno salire a bordo del sottomarino Enrico Toti. Adulti e bambini troveranno alcuni animatori del Museo a illustrare i modelli storici delle macchine di Leonardo e potranno partecipare alle attività nel laboratorio interattivo a lui dedicato.

Per ulteriori informazioni, clicca qui.

COMMENTI

Eventi