Ferpi > News > Foresti Federica

Foresti Federica

16/06/2008

Le principali agenzie di relazioni pubbliche. I loro valori, le loro metodologie: un'analisi comparata

Sintesi della tesi di laurea
federica.foresti@tin.it
IULM – 2000


Questa tesi nasce dall’esigenza di offrire una panoramica sulla disciplina delle Relazioni Pubbliche, approfondendola attraverso una ricerca “in loco”, a diretto contatto con quattro delle principali agenzie internazionali: Burson-Marsteller, Hill&Knowlton, Edelman e Shandwick.
Il lavoro si è basato quasi esclusivamente su colloqui personali con alcuni dei maggiori rappresentanti delle quattro agenzie, integrando poi le informazioni ricavate con del materiale fornito dalle agenzie stesse ( sito Internet ed Intranet, brochure, documenti…).


La ricerca è stata finalizzata quindi all’individuazione dei valori e delle filosofie in base alle quali le agenzie lavorano, ed alla ricerca delle metodologie principali applicate poi nella pratica quotidiana.
Si è così cercato di fornire una visione completa di ogni singola agenzia e del suo operato, per poi riassumere il tutto in un’analisi comparata, che si pone l’obiettivo di evidenziare possibili congruenze od incongruenze in particolar modo riguardo a:
- i valori essenziali quali Vision, Mission e Core Beliefs;
- le metodologie teoriche applicate nei diversi approcci alla gestione della reputazione di un’impresa – Reputation Management – e alla sua difesa – Crisis Management.


L’analisi svolta ha evidenziato come le diverse agenzie si possono assomigliare o contraddistinguere essenzialmente secondo due diversi punti di vista:
- da un punto di vista strutturale, ossia per quanto riguarda la loro cultura (dalla fondazione, all’ampliamento e alla quotazione in borsa) e la loro scelta di gestione, anche familiare e “indipendente” (è questo il caso particolare di Edelman);
- da un punto di vista contenutistico, ossia per quanto concerne i loro valori ed i loro obiettivi (che si possono riassumere in un alto livello di professionalità, standard e performance), e le loro metodologie.


E’ proprio quest’ultima parte che offre gli spunti più interessanti in quanto, sebbene nelle metodologie applicate si possono rilevare fasi di procedura abbastanza simili, ogni agenzia si caratterizza per il fatto di porre particolare accento su elementi distinti: per esempio, Burson-Marsteller pone , più delle altre, accento sulla gestione delle “percezioni” per una corretta gestione della reputazione di un’impresa (non a caso la sua metodologia prende il nome di “Perception Management”); Hill&Knowlton si concentra su un approccio di tipo preventivo per la gestione di una crisi; Edelman e Shandwick utilizzano moltissimo gli strumenti interattivi e così via.


In conclusione, si è cercato di trarre il maggior numero di informazioni possibili sulla disciplina delle Relazioni Pubbliche in alcune di quelle agenzie che possono, a buon ragione, essere definite “storiche”, in quanto hanno contribuito alla sviluppo ed alla diffusione della professione e che, ancora oggi, lavorano per migliorarla, tenendola al passo con il cambiamento della nostra società.

COMMENTI

Eventi