/media/post/e8zl3sd/premiazione-superbrands-radio-italia-28settembre-2017-330-796x512.jpg
Ferpi > News > I Super Brands, i supereroi per un futuro migliore

I Super Brands, i supereroi per un futuro migliore

31/10/2017

Lo scorso 28 settembre si è conclusa l’edizione 2017 di Superbrands che ha visto consegnare il premio “Passion for Branding” a Vittorio Cino, EU Public Affairs Director di Coca-Cola, nel solco della partnership con Ferpi per individuare un professionista la cui eccellenza sia ampiamente riconosciuta sul mercato e possa rappresentare l’esempio da seguire per comunicare con trasparenza e onestà il valore del brand di cui si occupa. Ne abbiamo parlato con Sergio Tonfi.

 

L’ultima edizione di Superbrands, che si è conclusa con la premiazione il 28 settembre, ha visto l’avvio della collaborazione con Ferpi. Un primo risultato di questa partnership è la premiazione di un socio Ferpi con il Superbrands Passion for Branding. Come è andata?
Il programma Superbrands si propone di celebrare l’eccellenza di quei brand che pongono l’innovazione, l’autenticità e la responsabilità al centro delle loro strategie per la crescita. Ma anche la passione di chi ogni giorno si impegna a costruire valore per i brand. Il premio “Passion for Branding” vuole identificare un professionista la cui eccellenza sia ampiamente riconosciuta sul mercato e possa rappresentare l’esempio da seguire per comunicare con trasparenza e onestà il valore del brand di cui ci si occupa.

La scelta di collaborare con Ferpi per identificare questo professionista ci è parsa ideale perché la federazione ha sempre posto quegli stessi principi alla base della sua attività di promozione della qualità nella comunicazione (non a caso ribaditi dalla recente campagna #comunicobene) e devo aggiungere che la perfetta sintonia d’intenti con il Presidente Pierdonato Vercellone ci ha aiutato a rendere il premio ancor più significativo.

premiazione superbrands radio italia 28settembre 2017 322Per il 2017 il premio è andato a Vittorio Cino, EU Public Affairs Director di Coca-Cola, che ha sempre usato l’autenticità (uno dei valori chiave alla base del modello per essere riconosciuti Superbrands) per la complessa gestione dei numerosi stakeholders di riferimento della multinazionale per cui lavora.

Nel libro da poco pubblicato "Super Brands. Da grandi poteri, grandi responsabilità" fai un’analisi interessante utile per chi si occupa di branding, marketing e comunicazione. Qual è la tua teoria sul futuro delle grandi marche?
Oggi i Super Brands possono essere i supereroi di cui abbiamo bisogno per costruire un futuro migliore, ma devono avere il coraggio di usare i loro grandi poteri per migliorare davvero la qualità della vita e contribuire ad affrontare i grandi temi sociali ed ambientali che affliggono l’umanità.

Solo così possono continuare ad essere rilevanti per le persone: se riescono a raggiungere la consapevolezza che “da grandi poteri, derivano grandi responsabilità” allora superano la “normalità” e vengono riconosciuti “super” dai clienti ei consumatori.

Il libro, con la prefazione di Francesco Morace e i preziosi contributi dei membri del Superbrands Council (tra cui Remo Lucchi, Alberto Contri, Andrea Farinet, Rossella Sobrero), analizza numerosi esempi di chi ha già imboccato la strada della responsabilità, del rispetto, della trasparenza per accrescere la propria reputazione e godere della fiducia di sempre più persone.

Come vedi lo sviluppo del premio e la collaborazione tra Superbrands e Ferpi?
Il sistema Superbrands intende continuare il suo percorso di accreditamento e lo farà in sintonia con chi, come Ferpi, si impegna per promuovere la cultura del valore di brand e la qualità della professione del comunicatore. Sono sicuro che per l’edizione 2018 (il premio sarà consegnato durante la cerimonia dei Superbrands Awards a fine settembre) sapremo rendere ancora più solido e strutturato il processo di “nomination” con un coinvolgimento più diretto dei soci Ferpi.

Con l’augurio di poter premiare insieme la passione contagiosa di un collega davvero “super”.

 

COMMENTI

Eventi