Ferpi > News > Il decalogo per la ripresa: dieci parole per superare la crisi

Il decalogo per la ripresa: dieci parole per superare la crisi

22/10/2013

Dieci imprenditori italiani di successo e dieci parole. È nato il _Manifesto per la ripresa possibile_ che verrà presentato a SMAU e al World Business Forum nella prima edizione cartacea di _EconomyUp.it_ insieme alla mappa dell’ecosistema Startup in Italia.

Coraggio, creatività, digitale, futuro, innovazione, internazionalizzazione, Made in Italy, ottimismo, sostenibilità, start up. Dieci parole scelte da dieci imprenditori di successo, il decalogo per far ripartire l’economia italiana.
Oscar Farinetti, presidente di Eataly; Nerio Alessandri, fondatore e Ad di Technogym; Paolo Ainio, fondatore e Ad di Banzai; Federico Marchetti, fondatore e Ad di Yoox; Sergio Dompé, presidente di Dompé Farmaceutici; Remo Pedon; Ad del Gruppo Pedon; Brunello Cucinelli, Ad Brunello Cucinelli; Federico Grom e Guido Martinetti, fondatori e Ad delle Gelaterie Grom, Gian Luca Sghedoni, Ad Kerakoll e Fabio Cannavale, fondatore e direttore esecutivo di Bravofly Rumbo Group hanno prestato la loro voce e la loro esperienza per stilare il Manifesto per la crescita possibile. Le testimonianze saranno pubblicate nella prima edizione speciale di carta di EconomyUp.it, il magazine digitale diretto da Giovanni Iozzia, edito su iniziativa del Corriere delle Comunicazioni e dedicato a innovazione, start up e made in Italy.
Ne è nato un decalogo essenziale e appassionato per raccontare un Paese che è “un brand apprezzato in tutto il mondo” e la sua necessità di coniugare l’immagine dei prodotti made in Italy con l’azione e l’intraprendenza delle start up locali. Con un invito rivolto ai giovani a pensare positivo e guardare al “futuro piuttosto che a tirare i remi in barca ancorandosi con nostalgia al passato”. Provando a fare la differenza nel panorama internazionale grazie alla creatività, all’innovazione, alla sostenibilità e al coraggio, che deve essere abbinato alla “conoscenza dei numeri, l’indicatore più preciso dello stato delle cose”.
“L’Italia che ha voglia di crescere esiste e resiste, nonostante tutto. – commenta Giovanni Iozzia, direttore di EconomyUp.it – La pubblicazione di questo Manifesto arriva in un momento particolare per l’Italia, quando sembra più facile vedere quel che non va piuttosto che valorizzare quello che va. Per questo vogliamo puntare sulle startup, sulle nuove imprese ad alto contenuto tecnologico”.
Oltre alle keyword per la crescita possibile, lo speciale di Economyup.it pubblica la prima mappa dell’ecosistema start up in Italia realizzata da ItaliaStartup in collaborazione con gli Osservatori del Politecnico di Milano, SMAU e il Ministero dello Sviluppo Economico. Un’infografica che riporta i dati su oltre 1000 imprese innovative e la distribuzione per area geografica di incubatori, acceleratori d’impresa, spazi di co-working, fondi di investimento e associazioni.
L’edizione speciale di EconomyUp.it sarà stampata in edizione limitata e distribuita in occasione di SMAU (dal 23 al 25 ottobre) e del World Business Forum di Milano (il 5 e il 6 novembre).
Le 10 keyword per la crescita possibile
#Coraggio – Non c’è coraggio senza matematica: conoscere i numeri è fondamentale, perché sono l’indicatore più preciso dello stato delle cose.
Oscar Farinetti – presidente di Eataly
#Creatività – “La vera nuova tecnologia che farà la differenza nella competizione internazionale sarà rappresentata dalla creatività delle persone”.
Nerio Alessandri – fondatore e Ad di Technogym
#Digitale- “Il digitale è una frontiera di sviluppo che oggi abbiamo appena cominciato a comprendere e utilizzare”.
Paolo Ainio – fondatore e Ad di Banzai
#Futuro – “I giovani sono la molla dello sviluppo e della crescita perché pensano più al futuro che a tirare i remi in barca ancorandosi con nostalgia al passato”.
Federico Marchetti – fondatore e Ad di Yoox
#Innovazione – “L’innovazione non è nulla di eroico nel nostro lavoro. Non è una scelta. E’ un bisogno assoluto”.
Sergio Dompé – presidente di Dompé Farmaceutici
#Internazionalizzazione – “Internazionalizzazione non significa delocalizzare. Crescere all’estero senza restringere le radici è possibile grazie ad un preciso modello industriale […]”.
Remo Pedon – Ad del Gruppo Pedon
#Made in Italy – “La mappa mondiale del lavoro e dei consumi sta cambiando. Per rinascere dobbiamo soprattutto restituire dignità morale ed economica al lavoro artigianale”.
Brunello Cucinelli – Ad Brunello Cucinelli
#Ottimismo – “Alzatevi presto, e correte dietro all’unico sole che conta: il vostro talento”.
Federico Grom e Guido Martinetti – fondatori e Ad delle Gelaterie Grom
#Sostenibilità – “L’ecosostenibilità è una cultura d’impresa e una forte responsabilità nei confronti delle future generazioni. Il futuro si costruisce puntando sugli uomini e sulla natura”.
Gian Luca Sghedoni – Ad Kerakoll
#Startup – “La startup è quella cosa in cui devi rimboccarti le maniche, fare tutto, lavorare senza orari”.
Fabio Cannavale – fondatore e direttore esecutivo di Bravofly Rumbo Group

COMMENTI

Eventi