Ferpi > News > “Il futuro non è più quello di una volta”

“Il futuro non è più quello di una volta”

27/10/2008

Ad Udine un incontro per favorire i ragionamenti sulle nuove tecnologie e sui loro impieghi nel prossimo futuro: un dibattito per creare una piattaforma operativa fra le imprese, per anticipare le esigenze e interpretare le necessità espresse dagli utenti.

L’incontro “Il futuro non è più quello di una volta. Ragionamenti sulle prospettive tecnologiche
e nuove competenze per lo sviluppo dell’impresa”, promosso da Infrase e Api – Associazione piccole e medie industrie di Udine – per la serie di conferenze “Architettura della partecipazione”, con Stefano Quintarelli e Luca Sossella si terrà il 7 novembre alle ore 17:00 a Udine presso la sede dell’Api (Viale Ungheria, 28).


L’incontro ha lo scopo di favorire i ragionamenti sulle nuove tecnologie e sui loro impieghi nel prossimo futuro, con l’obiettivo di creare una piattaforma operativa fra le imprese in provincia di Udine, per anticipare le esigenze e interpretare le necessità espresse dagli utenti. Infrase (Internet Framework Services) con questi incontri si propone, attraverso un’alleanza partecipativa, di promuovere secondo le necessità delle imprese, una ricerca progettuale in continuo divenire.


Il mercato sta cambiando, si stanno moltiplicando le offerte tecnologiche e quindi le proposte creative: “da un mercato di massa si va verso una massa di mercati”. La serie di conferenze proposte da Infrase si propone di interpretare questo cambiamento tramite un’analisi di competenze diverse.


In questo incontro promosso con Api il tema è la rete internet come vantaggio produttivo e valore sociale (democratizzazione degli strumenti di produzione). I nuovi mezzi interattivi per progettare assieme al consumatore.


Indirizzo di saluto:
Massimo Paniccia – Presidente A.P.I. di Udine


Interventi:


Stefano Quintarelli conoscitore e promotore della rete ai più alti livelli. Prima consulente per grandi gruppi internazionali e poi imprenditore in proprio nel campo dei servizi multimediali, della
sicurezza informatica e delle reti di comunicazione. Ha fondato, tra l’altro, presstoday.com e i.net, primo “provider” italiano, acquisito da British Telecom nel 2000. Ha contribuito alla nascita di iniziative di sistema, in particolare nelle telecomunicazioni.


Luca Sossella da sempre si occupa di comunicazione e da molto di web, con sguardo filosofico e visionario. Ha fondato e diretto Lev laboratorio di comunicazione a Udine e Mediaevo a Bologna, un laboratorio per la progettazione di prodotti multimediali. Mediaevo ha organizzato nel 1994 “Cibernauti”, il primo convegno in Italia sulla rete. Nel 2000 ha fondato Luca Sossella Editore che, ad oggi, ha realizzato duecento titoli fra cd audio, dvd e libri.


Per maggiori informazioni: www.infrase.it

COMMENTI

Eventi