Ferpi > News > Il grande business ha problemi di immagine

Il grande business ha problemi di immagine

13/12/2005

Più le aziende sono grandi, più soffrono di problemi di reputazione. E gli americani non ci credono più, nonostante gli innumerevoli sforzi.

Il New York Times propone un lungo approfondimento sul tema della fiducia nelle aziende e nelle istituzioni da parte della popolazione americana. In particolare, sono le grandi aziende ("big is bad") a essere colpite da questa perdita di credibilità. In generale la sensazione è che le corporation facciano di più e forse meglio del governo, ma questo non basta, alla faccia degli sforzi di Csr. Come fa notare Michael Hammer, esperto di questi temi che scrive spesso a questo proposito, c'è la percezione generale che se un'azienda ha fatto troppi soldi ci sia qualcosa di losco dietro. Si tratta di un luogo comune semplicistico e grossolano che però, nei tempi recenti, ha trovato parecchie conferme. Vero è che il piccolo fa meno notizia e, nel caso di affari sporchi, le cattive pratiche hanno meno risonanza. Rimane il fatto che i colossi americani devono stare più attenti all'immagine e devono fare i conti con un atteggiamento molto critico da parte degli americani.
In particolare, da un sondaggio targato Roper risulta che il 72 per cento della popolazione Usa è convinta che nel business siano diffusi atteggiamenti disonesti, contro un rosicchiato 9 per cento che dichiara di avere piena fiducia nei chief executives delle corporation. Un altro sondaggio realizzato dalla società Harris evidenzia un vistoso 90 per cento degli intervistati convinto che esista un rapporto incestuoso e troppo interessato tra big business e istituzioni.
Ma il dato più inquietante ancora è sottolineato dal Pew Research Center: quasi la totalità degli americani non ha fiducia nel governo. Nell'articolo c'è anche una lunga lista di iniziative che vanno nella direzione di abbattere i luoghi comuni e contrastare la cattiva reputazione di interi settori. Ma forse, al di là di sforzi innegabili e talvolta preziosi, ci sono scandali che bruciano ancora troppo e occorre mettere tempo tra loro e l'opinione pubblica.
Emanuela Di Pasqua - Totem

COMMENTI

Eventi