Ferpi > News > Il passaparola alla ricerca di standard e misurazione

Il passaparola alla ricerca di standard e misurazione

19/07/2005

La Word of Mouth Marketing Association inizia il percorso di definizione delle pratiche e degli standard professionali, con l'obiettivo di dare luogo a un sistema di misurazione del ritorno d'investimento.

Dell'efficacia della più antica pratica di promozione del mondo si sono riempite le pagine delle riviste specializzate, negli ultimi mesi. Il passaparola ha conosciuto un ritorno di celebrità e molte società di comunicatori hanno ripercorso questo antico sistema. E' pure stata fondata la Word of Mouth Marketing Association (WOMMA), organizzazione ufficiale della categoria del marketing passaparola.
La settimana scorsa, sono stati redatti i primi standard per la valutazione del word-of-mouth, frutto del lavoro di oltre trenta esperti del settore. Contemporaneamente è stato pubblicato il primo volume di "Measuring Word of Mouth" (226 pagine di articoli e glossario del WOM). Da esso ha preso spunto il dibattito tenutosi il 13 luglio a Chicago, i cui esiti sono consultabili a questo indirizzo. 
Sei le questioni fondamentali affrontate dagli esperti:

Come tenere traccia e misurare il WOM
Come provare il ritorno d'investimento del WOM
Come identificare le best practice
Come ottimizzare i messaggi per dare loro un effetto "virale"
Per quali motivi i consumatori diventano sostenitori o detrattori
Come inserire il WOM in un piano di comunicazione sui media
Il glossario terminologico è consultabile gratuitamente, mentre il primo volume di "Measuring Word of Mouth" è acquistabile online sul sito del WOMMA. 
Gabriele De Palma - Totem

COMMENTI

Eventi