Ferpi > News > Il passaparola è meglio della pubblicità

Il passaparola è meglio della pubblicità

17/02/2004
Il passaparola è la pubblicità più efficace, molto più che non gli spot veri e propri. Lo sostiene una ricerca di Schneider e Stagnito Communications, secondo la quale nel 55 per cento dei casi i consumatori vengono a conoscenza di nuovi prodotti su suggerimento di parenti e amici, mentre nel 53 per cento dei casi a far conoscere i nuovi prodotti sono le pubblicità e il 48 per cento delle volte sono i richiami piazzati negli stessi supermercati.A sostenere la stessa tesi è anche uno studio di InsightExpress, secondo il quale prima di acquistare un prodotto sconosciuto oltre la metà degli americani (52 per cento) preferisce provarlo e nel 70 per cento dei casi a convincere il consumatore è il consiglio di parenti e amici. Il cliente è scettico di fronte a marche nuove ed è più propenso a sperimentare nuovi prodotti di linee già note, piuttosto che scegliere un articolo del tutto nuovo.La conclusione a cui giungono le due società che hanno promosso le ricerche è dunque chiara: quando si tratta di lanciare un nuovo prodotto, sarebbe opportuno pensare a campagne di marketing mirate e soprattutto ben differenziate, per riuscire così a mettere in moto quel passaparola che sta diventando la vera anima del commercio.
Nel pezzo di Business Wire "Word of Mouth Key to Long Shelf Life" sono presenti tabelle e alcuni dettagli degli studi citati.
Barbara Roncarolo – Totem

COMMENTI

Eventi