/media/post/ud5dqs3/ama.jpg
Ferpi > News > Il racconto responsabile dei disastri naturali. La Carta di Rieti

Il racconto responsabile dei disastri naturali. La Carta di Rieti

21/10/2019

Stefano Martello (*)

Un corso pensato per giornalisti e comunicatori quello dedicato al racconto responsabile dei disastri naturali. Organizzato dall'Unione Stampa Cattolica Italiana Lazio e dalla Commissione di Aggiornamento e Specializzazione Professionale di Ferpi, si terrà il prossimo 23 novembre ad Amatrice.

Cosa accade nel momento in cui un territorio viene colpito da una calamità naturale? In che modo l’adozione di un determinato timbro narrativo/informativo può accompagnare e caratterizzare le fasi di contrasto e di recupero post crisi? E che ruolo può e deve giocare, in questo rinnovato modello comunicativo, il legame relazionale che intercorre tra i diversi attori coinvolti, tra le diverse grammatiche che ciascun attore parla e declina all’esterno, rispetto ad un quadro di aspettative e di bisogni sempre più sfaccettato?

Sono queste le domanda alle quali il corso Il racconto responsabile dei disastri naturali. La Carta di Rieti, organizzato da UCSI - Unione Stampa Cattolica Italiana Lazio e dalla Commissione di Aggiornamento e Specializzazione Professionale di Ferpi, il prossimo 23 novembre ad Amatrice, cercherà di dare delle risposte concrete.

Rivolto alla platea dei giornalisti e dei comunicatori, per i quali sono chiare e necessarie l’apertura di una rinnovata e più sostanziale stagione di dialogo, il corso tende al pieno riconoscimento delle singole funzioni di ciascuno, attori coinvolti prima dell’arrivo di una qualunque crisi, in modo più funzionale ad un quadro operativo strutturato. Vi è la necessità di rispondere ad una crisi eventuale con voce univoca e con una narrazione sostanziale e responsabile, tale che permetta di gestire la fase di emergenza non secondo una modalità urlata o sensazionalistica, che spesso provoca ricadute pesanti per la struttura economica del territorio e sulla coesione della comunità.

In questo senso e in questa direzione, verranno presentate, durante i lavori, le prime evidenze della Carta di Rieti, realizzata grazie all’apporto congiunto di comunicatori pubblici, giornalisti, esponenti del mondo pubblico e privato, idealmente coordinati dal Vescovo di Rieti Domenico Pompili.

I relatori previsti daranno un quadro su quanto e sul come è stato comunicato, partendo anche dall’esperienze vissute sul campo e sulle modalità di comunicazione e il tipo di azioni adottate.

L’evento formativo per i soci Ferpi garantirà 200 crediti. Per adesioni confermare la partecipazione inviando una mail a casp@ferpi.it

(*) Coautore de La Carta di Rieti e membro del Gruppo Relazioni con il no profit Ferpi 

 

COMMENTI

Eventi