/media/post/dlqs949/bilancio-di-fine-mandato-pizzarotti-7-796x512.jpg
Ferpi > News > Il valore della rendicontazione per la PA

Il valore della rendicontazione per la PA

13/06/2018

Omer Pignatti

Ricostruire il rapporto di fiducia con i cittadini e fornire strumenti utili a contrastare la crescente disinformazione sono due delle ragioni per cui è fondamentale per la Pubblica Amministrazione rendicontare le attività di un mandato amministrativo. Omer Pignatti racconta l'esperienza di Homina con il bilancio realizzato per il Comune di Parma a conclusione del mandato del sindaco Federico Pizzarotti.

La rendicontazione istituzionale delle attività di un mandato amministrativo, attraverso la pubblicazione di un bilancio di fine mandato, multimediale e fruibile dai cittadini, non è solo un atto di necessaria trasparenza, ma è sempre più una scelta strategica e lungimirante, perché tesa a ridurre quel divario tra istituzioni e cittadini, mai stato così ampio.

Una rendicontazione efficace deve andare oltre l’approccio burocratico, gli obblighi di legge, la propaganda e deve verificare la coerenza tra le promesse elettorali e i risultati raggiunti. In questo scenario, l’esperienza del comunicatore professionista è determinante per far arrivare il messaggio ai cittadini.

Perché rendicontare, in maniera corretta e trasparente, le proprie attività? Le ragioni sono tante, mi soffermo solo sue due tra le tante. La prima è la necessità di ricostruire il legame e il rapporto di fiducia con i cittadini, per evitare rotture drammatiche e dalle conseguenze imprevedibili. La seconda è quella di fornire strumenti utili a contrastare la crescente disinformazione, il terreno più fertile per la diffusione di fake news.

Una rendicontazione efficace è quella che usa gli strumenti dell’oggi, che va da incrociare le persone dove stanno, che usa in maniera ponderata tutti i canali di comunicazione, ma che non disdegna l’importanza del contatto umano, che nessuna tecnologia potrà mai cancellare.

C’è un ulteriore elemento di cui bisogna tener conto per un bilancio di fine mandato realmente efficace: l’organizzazione dei contenuti deve superare la tradizionale logica delle rendicontazioni istituzionali, che in genere rispecchiano l’organizzazione dei dipartimenti. Il “racconto” dei fatti va organizzato per punti qualificanti per il cittadino: il bilancio di fine mandato deve dare delle risposte alle domande dei cittadini.

In Homina, forti dell’esperienza ventennale nella redazione di bilanci sociali e report annuali e di mandato per imprese e associazioni, abbiamo creato un format di rendicontazione per la pubblica amministrazione, realizzato per la prima volta per il Comune di Parma a conclusione del mandato 2012/2017 del sindaco Federico Pizzarotti.

Oltre alla redazione, editing, impostazione grafica e pubblicazione del volume con la rendicontazione delle attività, con una attenta selezione dell’apparato iconografico, abbiamo creato il sito internet, organizzato una conferenza di presentazione alla stampa e un incontro di presentazione agli stakeholder. Determinante è stata anche la scelta del percorso di condivisione dei contenuti del bilancio di fine mandato con i dirigenti, la presentazione ai dipendenti comunali, la discussione del documento in giunta.

Per essere sempre in sintonia con le attuali modalità di fruizione dei contenuti, in cui predomina l’aspetto visivo, il progetto di Homina per i bilanci di fine mandato prevede la creazione di mini video sui vari aspetti del rendiconto, infografiche per la comunicazione social e web e digital card (strumenti per il web e le piattaforme di instant messaging) per una comunicazione dei principali obiettivi del mandato.

 

COMMENTI

Eventi