Ferpi > News > In ricordo di Gigi Ceccarelli

In ricordo di Gigi Ceccarelli

05/03/2008

Per vent'anni Consigliere Nazionale è stato tra i più attivi animatori dell'Associazione, anche a livello internazionale. Lo ricorda Attilio Consonni a un mese dalla scomparsa.

Ai primi di febbraio è scomparso a Roma Luigi Ceccarelli, un amico per i molti colleghi FERPI che per la prima volta lo hanno incontrato alla Assemblea FERPI del 1971, al Museo della Scienza di Milano.
Gigi lavorava allora alla Finsider, in un gruppo di collaboratori di Guglielmo Trillo – con lui Luigi Venuti, Marco Zanichelli, Stefano Rolando – tutti colleghi che, come lui, sono stati attivi e presenti nella vita della nostra Associazione per molti anni.
Gigi fu tra gli organizzatori dei Convegni di Firenze nel 1972 (Convegno nazionale su "Immagine, pubblicità e comunicazione globale") e di Roma nel 1976 (Convegno nazionale su "Comunicazione, partecipazione e opinione collettiva").
E' stato poi per quasi venti anni in Consiglio Nazionale e nelle Assemblee come Presidente del Collegio dei Revisori. Anche a livello internazionale molte sono state le riunioni della CERP a cui Luigi Ceccarelli ha partecipato in rappresentanza della nostra Federazione.
Nato a Roma nel 1927, figlio di Ceccarius - il più illustre conoscitore di Roma nei suoi aspetti più vari - ha ereditato la passione e la curiosità per la storia anche minuta della Città. Dopo aver frequentato il Centro Sperimentale di Cinematografia, ha partecipato alla lavorazione di numerosi film come organizzatore di produzione nella stagione più viva ed interessante della cinematografia italiana. Ha altresì  diretto  alcuni cortometraggi  su Roma e svolto attività di critica cinematografica.
Successivamente, come dirigente industriale si è occupato del settore audiovisivi,  della Rivista Finsider e della stampa aziendale. Si è poi dedicato  a tempo pieno alla passione di sempre, la romanistica.
Nel 1989 ha raccolto  nel volume Letture romane,  un'antologia di scritti del padre in occasione del  centenario della nascita. Nel 1992 ha pubblicato il Registro romano di sconosciuti  e, successivamente, Panorama su Campo Marzio, appunti personali sull'antico  rione di Roma; nel 1994 Roma Alleata, rievocazioni della città liberata nel 1944; con Piero Becchetti, nel 2001, ha  pubblicato Roma in vetrina che documenta l'attività dei negozi di via del Corso dal 1808 al 1915; nel 2004 Gente a Roma,personaggi della vita quotidiana nel Novecento. Nel gennaio 2008 è uscito il suo ultimo volumetto scritto per gli amici, in occasione del suo ottantesimo compleanno, Il bel tempo che fu.
Gigi il 12 febbraio scorso è "andato avanti" lasciando negli amici il ricordo di un lungo cammino percorso insieme.
Attilio Consonni

COMMENTI

Eventi