/media/post/sfh3as3/ig.jpg
Ferpi > News > L’ Influencer Marketing ai tempi del Covid-19

L’ Influencer Marketing ai tempi del Covid-19

21/04/2020

Francesca Fronzoni

L'Influencer Marketing è una disciplina che si è diffusa molto negli ultimi anni, soprattutto grazie a Instagram. Ogilvy Pr&Influence ha recentemente condotto una survey su come cambia il rapporto tra i Brand e gli influencer italiani e su come proprio questi ultimi possono rappresentare un’efficace leva di comunicazione capace di far fronte alle nuove esigenze comunicative di mercato. L’analisi di Francesca Fronzoni.

Pr&Influence, la unit di Ogilvy Italia che sviluppa progetti di comunicazione integrando la logica earned, propria delle Pr, con quella paid della comunicazione digital e social non tralascia proprio nulla e, nella seguente ricerca, approfondisce come anche i nuovi ruoli del mondo della Comunicazione e del Marketing possono affrontare grandi cambiamenti, quando il contesto generale è fortemente destabilizzato. Modificare gli obiettivi di comunicazione e creare nuove leve strategiche è il primo passo per affrontare una crisi e rispondere a nuove esigenze, questo vale per chiunque, aziende e nuove professioni.

L’Influencer Marketing, la nuova professione nel digitale in grado di spingere i mercati e creare nuovi Trends, non resta indifferente, infatti, alla crisi del Coronavirus. Attraverso il metodo “R.A.I.S.E.”, Ogilvy Pr&Influence offre una survey su come cambia il rapporto tra i Brand e gli influencer italiani, su come proprio questi ultimi possono rappresentare un’efficace leva di comunicazione capace di far fronte alle nuove esigenze comunicative di mercato.

Quali sono gli obiettivi e gli strumenti di comunicazione degli Influencer nel periodo del Covid-19? “In un momento come questo, dove siamo chiamati a dare risposte pronte e proattive ai nostri clienti che stanno reagendo all’emergenza creata dalla pandemia, abbiamo ritenuto importante fare un’approfondita riflessione su uno degli strumenti del marketing mix che oggi più risultare davvero strategico per adattarsi alle nuove esigenze della comunicazione che deve necessariamente essere più rilevante, valoriale, realistica, personale", spiega Luca De Fino, Head of PR&Influence. "Da un’analisi del mercato italiano, ma anche dall’ascolto degli influencer stessi, capiamo che oggi le parole chiave sono digitale e autenticità. Le persone scelgono oggi brand che hanno qualcosa da dire e che agiscono concretamente. E i brand spesso scelgono di parlare attraverso gli influencer, capaci di avvicinarli alla loro audience. Inoltre, questa è forse una grande opportunità per far evolvere l’intera industry: da mero strumento di advertising a vero e proprio modello di produzione dei contenuti basato sui talenti e le capacità professionali degli influencer".

Perché proprio gli influencer possono rispondere a questi bisogni con efficacia? Per rispondere a questa domande, Ogilvy suggerisce l’approccio RAISE:

Reach: sono sulle piattaforme su cui il target spende più tempo oggi

Advocacy: sono persone reali che vivono esperienze comuni

Integration: rappresentano un canale di comunicazione e marketing integrato

Simplification: riescono a creare facilmente contenuti, anche live, nonostante la quarantena

Empathy: forniscono conoscenze dirette alle esigenze dei loro followers.

Nel dettaglio la survey di Ogilvy Pr&Influence studia i contenuti, le tecniche e gli strumenti che oggi gli Influencer Marketing preferiscono utilizzare durante la quarantena, “destreggiandosi e portando i brand sulle piattaforme nel modo più coerente a ciò che gli users chiedono”, come dichiara la Unit stessa. Concentrandosi sulle differenze tra i vari Social Network (da Facebook, Instagram, Linkedin e persino il nuovo TikTok tipico della Generazione z) e sugli utenti che vi presiedono, sottolineano anche gli errori da evitare su ognuno di essi.

In questa professione che cambia, si modula e si adatta ai tempi che corrono, cosa possono fare gli Influencer Marketing per le aziende?

Qui di seguito troverete il link https://bit.ly/3bQ5AhA per leggere questa interessante ricerca, attuale e significativa.

 

 

COMMENTI

Eventi