Ferpi > News > La difficoltà di misurare le Rp

La difficoltà di misurare le Rp

15/03/2013

L'assenza di uno standard condiviso rende difficile parlare di misurazioni nelle Relazioni pubbliche. Ragan presenta una ricerca realizzata in collaborazione con Nasdaq Omx Corporate Solutions, per aiutare i comunicatori a definire obiettivi e risultati del proprio lavoro.

Una ragione c’è, se la maggior parte dei comunicatori e i loro clienti non amano parlare di misurazioni: manca uno standard condiviso e quindi la confusione regna sovrana. E’ la prima questione che emerge da una ricerca di Ragan, in collaborazione con NASDAQ OMX Corporate Solutions, condotta fra 1467 professionisti americani delle Relazioni pubbliche.
Il libro bianco sulla misurabilità delle Rp (che si può scaricare qui nella sua versione integrale) entra nella vita quotidiana di chi deve confrontarsi con la necessità di definire obiettivi e risultati del proprio lavoro. Ed emerge uno spaccato molto interessante di un mercato pur evoluto come quello statunitense. Due terzi degli intervistati segnala la mancanza di uno standard come il principale problema che si incontra nei tentativi di misurazione delle Rp. Quindi il 30% si dichiara non soddisfatto. Ma addirittura il 66% non ha familiarità con i tentativi che l’industria fa da tempo per creare standard di misurazione. Così come c’è scarsa confidenza con l’emergenza Big Data. L’89% dei professionisti però ritiene che la misurazione sia parte integrante delle Relazioni pubbliche. Il dibattito aperto e la sfida è davanti a tutti.
Scarica qui la versione integrale del report Ragan.

COMMENTI

Eventi